Ospedali Albenga e Cairo Montenotte verso l’audizione del 2 luglio

Ospedali Albenga e Cairo Montenotte verso l’audizione del 2 luglio
Spread the love

La Regione Liguria dopo le motivazioni del Tar sempre intenzionata a ricorrere?

Ospedale di Albenga, Viale (Lega) ai sindaci del territorio: “Impegno mantenuto, Punto di primo intervento riapre lunedì 6 luglio”

“Impegno mantenuto. Il Punto di primo intervento dell’ospedale di Albenga riapre lunedì 6 luglio, come da rassicurazioni del commissario dell’Asl 2 Paolo Cavagnaro”.

Lo ha dichiarato l’assessore alla Sanità e consigliere regionale Sonia Viale (Lega) che in videoconferenza ha “incontrato” i sindaci del distretto sanitario territoriale.

“La riapertura del Ppi – ha spiegato Viale – è prevista dalle 8 alle 20 e sarà effettuata con tutte le precauzioni del caso, osservando scrupolosamente le misure di prevenzione anti Covid-19. Si tratta di un grande sforzo organizzativo del sistema sanitario regionale e in particolare per il personale del distretto di Albenga, che ringrazio fin da ora.

I sindaci e il territorio hanno chiesto la riapertura del Punto di primo intervento anche in vista della stagione estiva e l’arrivo dei turisti nella nostra Riviera. In tal senso, gli accessi aumenteranno e quindi chiederò ai sindaci la massima collaborazione affinché raccomandino a residenti e turisti di utilizzare il numero unico 112, evitando il più possibile che gli utenti si presentino autonomamente.

Ricordo che il Santa Maria della Misericordia ha già ripreso l’attività ospedaliera. In particolare, sono attive le strutture di degenza Area Covid-19, Area Buffer, Malattie infettive, Medicina interna, Terapia semi intensiva. L’attività di Dialisi non è mai stata interrotta.

Sono inoltre attivi gli ambulatori delle seguenti specialità: Oculistica, Riabilitazione, Otorinolaringoiatria, Ginecologia e Ostetricia, Cardiologia, Dermatologia, Medicina interna, Malattie infettive cardiovascolari, Endoscopia digestiva.

Sono in fase di prossima attivazione anche gli ambulatori di Urologia, Nefrologia, Igiene e sanità pubblica, Medicina di base (neurologia, oculistica, odontoiatria, urologia, reumatologia).

E’ poi ripresa – conclude – l’attività rivolta all’utenza esterna del Laboratorio analisi con riattivazione del centro prelievi e della struttura di Radiologia, dove vengono eseguiti esami Tc, ecografie e mammografie>>.

 

Vazio: “Sanità, riunione ad Albenga con amministratori locali e assessore Viale: deluso e preoccupato”

<<Mancanza di un progetto per la sanità ligure – afferma l’on. Franco Vazio, vicepresidente Commissione Giustizia Camera dei Deputati -, pervicace insistenza circa l’impugnazione della sentenza del Tar che ha annullato l’assegnazione ai privati dell’ospedale di Albenga e di Cairo, nulla di nulla, nemmeno una parola che richiami la gestione pubblica del nosocomio albenganese: questa la sintesi dell’intervento dell’assessore Viale ad Albenga davanti agli amministratori locali alla quale sono stato invitato a partecipare ed intervenire.

Siamo di fronte ad un assessore che vede l’ospedale come richiamo turistico per farsi operare se dalla finestra si vede il mare… Sono deluso e preoccupato. Ho ribadito all’assessore che la scelta di cedere ai privati la sanità pubblica di Albenga e di Cairo è un grave errore.

I cittadini non entrano negli ospedali per fare villeggiatura, ma se le strutture ospedaliere sono in grado di erogare servizi efficienti e di eccellenza. Se fosse come dice la Viale d’inverno sarebbero pieni gli ospedali in montagna e ad agosto quelli in riva al mare, ma sappiamo tutti che e non è così.

Cancellare il pubblico dopo l’esperienza Covid è semplicemente pazzesco.

Insistere in maniera testarda nella via dell’impugnazione della sentenza del Tar presenta tratti inquietanti: la situazione totalmente bloccata andrà avanti per molto tempo e l’attrattività delle nostre strutture sanitaria via via andrà scemando. Abbiamo imboccato la strada del declino e non si fa nulla per invertire la rotta, questo in barba agli amministratori e ai cittadini liguri.

La Regione Liguria – conclude – annulli il bando di gara ai privati e tutti, proprio tutti, renderanno merito all’assessore Viale e al presidente Toti>>.

 

Gruppo Pd Regione Liguria: “Torna in discussione il bando per l’assegnazione degli ospedali di Albenga e Cairo Montenotte. Audizione il 2 luglio, grazie alla mozione presentata dal Pd”

<<Grazie all’audizione richiesta dal Gruppo Pd Regione Liguria, primo firmatario Mauro Righello, si torna a parlare del bando per l’assegnazione degli ospedali di Albenga e Cairo Montenotte e degli interventi per la ripresa dell’attività dell’ospedale di Cairo Montenotte.

La II Commissione consiliare – dicono dal Pd – si riunirà il 2 luglio per svolgere approfondimenti in merito alle procedure del bando. Saranno presenti i rappresentanti delle istituzioni, delle organizzazioni sindacali e del locale Comitato Sanità. Le richieste avanzate sono lo stop a ulteriori ricorsi, la revoca immediata del bando per la gestione privata delle strutture ospedaliere di Albenga e Cairo Montenotte e garanzie di piena funzionalità attraverso la gestione pubblica dei due nosocomi, secondo le esigenze delle comunità di riferimento.

La mozione presentata dal Gruppo Pd in Regione Liguria prendeva le mosse della sentenza del Tar, che ha accolto il ricorso del Policlinico di Monza contro l’assegnazione all’Istituto Galeazzi della gestione degli ospedali di Albenga e Cairo Montenotte. Il Tribunale amministrativo della Liguria ha motivato la sentenza definendo il business plan presentato dal soggetto aggiudicatore impossibile da realizzare, anche a causa di una manifesta vulnerabilità ai ricorsi.

Incalcolabili – concludono dal Pd ligure – i disagi causati ai cittadini e ai lavoratori delle due strutture ospedaliere da questa situazione di precarietà che dura da ormai da due anni, una vicenda che ha messo a rischio i posti di lavoro del reparto di Ortopedia di Albenga, gestito dal Policlinico di Monza, beneficiario di continue proroghe semestrali, in attesa dell’assegnazione definitiva>>.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *