Liguria gialla arancione rossa, prossimi giorni decisivi

Liguria gialla arancione rossa, prossimi giorni decisivi
Spread the love

Giornate calde sul fronte Governo Regioni per stabilire variazioni di colore

Il Consiglio dei Ministri ha definitivamente approvato il disegno di legge recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023”.

Il provvedimento sotto il profilo finanziario è rimasto invariato, interviene in profondità con misure trasversali per la crescita. Tra l’altro, il testo introduce misure per il rilancio delle imprese e il rafforzamento degli enti non commerciali, per il sostegno alle famiglie e ai lavoratori, per l’implementazione delle politiche sociali, nonché interventi settoriali mirati su sanità, scuola, università e ricerca, cultura, sicurezza, informazione, innovazione e trasporti.

Sono previste anche misure in favore delle Regioni e degli enti locali, per la pubblica amministrazione e il lavoro pubblico.

Stamane il Governo si è “incontrato” con le Regioni che hanno presentato alcune richieste sui prossimi provvedimenti che saranno adottati per contrastare il Covid.

<<Criteri più trasparenti, semplici e aggiornati alla realtà delle singole Regioni – spiega il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti dopo l’incontro -. Un serio confronto politico tra Governo e Regioni sulle misure da prendere in ogni territorio, che tengano conto anche della situazione economica e sociale.

Queste sono le richieste che i governatori hanno inoltrato questa mattina al Governo prima delle valutazioni che porteranno in settimana alla definizione di nuovi passaggi di zona delle Regioni.

Il 3 dicembre scade anche il decreto del presidente del Consiglio che regola attualmente il contrasto al Covid. Prima di rinnovare il provvedimento occorre stabilire un meccanismo di condivisione delle decisioni più efficiente e comprensibile per i cittadini. Oggi le istituzioni – conclude Toti – devono lavorare insieme, evitando le troppe polemiche e i giudizi sommari di questi giorni>>.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *