Savonese, incidenti stradali causati dalla fauna selvatica

Savonese, incidenti stradali causati dalla fauna selvatica
Spread the love

Saranno installati dissuasori acustici-visivi con segnali sonori onde prevenire gli incidenti

<<Sempre più frequenti sono divenute negli ultimi anni le segnalazioni di incidenti stradali causati da collisioni con la fauna selvatica – spiegano dalla Provincia di Savona-.

Pertanto questo Settore Viabilità della Provincia ha predisposto, sulla scorta della banca dati un progetto mirato alla mitigazione degli incidenti stradali causati dalla fauna selvatica.

In particolare ungulati di specie daini nella zona di Borghetto Santo Spirito, Toirano e Balestrino e di specie caprioli e cinghiali nella zona Valle Bormida per migliorare la sicurezza stradale e tutelare la pubblica incolumità>>.

Il progetto prevede l’utilizzo di diverse apparecchiature, sistemate in tratti stradali limitati scelti tra i più pericolosi dal punto di vista della presenza di fauna selvatica.

Tra questi i sensori elettronici in grado di propagare stimoli acustici, nella gamma degli ultrasuoni, all’avvicinarsi di un ungulato selvatico e dissuasori elettronici capaci di emettere stimoli visivi e acustici di disturbo degli animali che si attivano con le luci dei fari degli automezzi.

Tutte queste apparecchiature sono accompagnate da cartelli verticali informativi che avvisano l’automobilista di passaggio, dell’inizio di un tratto a rischio collisione con animali selvatici.

<<Si tratta di dissuasori acustico/visivi, che combinano luci a Led nella gamma visibile agli ungulati selvatici, con segnali sonori – confermano dalla Provincia -. Sono alimentati da un pannello fotovoltaico integrato e posseggono un sensore che viene eccitato dalla luce dei fari dei veicoli in avvicinamento>>.

Il dispositivo si attiva tra le due fasi crepuscolari (tramonto-alba) per tutta la notte al sopraggiungere dei veicoli, mentre entra in stand-by in assenza di transito veicolare.

Questi dissuasori si installano su palo interrato e sono alimentati da pannello fotovoltaico accoppiato a batteria tampone.

Per ora è prevista l’installazione sulle seguenti strade provinciali:

  • P. 28bis “Del colle di Nava” tra le prog.ve km. 23+300 e km. 24+900 e tra le prog.ve km. 25+800 e km. 26+300 in Comune di Cosseria;
  • P. 34 “Toirano_Balestrino” tra le prog.ve km. 0+900 e km. 4+500 in Comune di Balestrino;
  • P. 44 “Balestrino_Castelvecchio di Rocca Barbena” tra le prog.ve km. 2+000 e km. 3+600 in Comune di Balestrino;
  • P. 60 “Borghetto_Bardineto” tra le prog.ve km. 1+500 e km. 3+000 in Comune di Borghetto Santo Spirito e Toirano;

La spesa ammonta a circa 67mila euro, finanziati da Regione Liguria con impegno 2020 del settore caccia e pesca.

<<Sono molto soddisfatta di questo progetto – commenta il consigliere delegato Isella -, pensando possa essere un progetto pilota da poter in futuro estendere in tutte le aree ove si ravvisano queste problematiche>>.

 

G. D.

Liguria Denuncia in caso di incidente provocato da animali selvatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *