Autobus in troppi non pagano il biglietto, in arrivo nuovi controllori

Autobus in troppi non pagano il biglietto, in arrivo nuovi controllori
Spread the love

Tpl Linea lotta all’evasione: attività formative per i verificatori dei titoli di viaggio in vista dell’estate

Ripresa la fase di riaperture e con la stagione estiva vi è un progressivo ritorno alla normalità, Tpl Linea incrementa la lotta all’evasione del biglietto.

Oltre all’inasprimento delle sanzioni per quanti saranno sorpresi senza titolo di viaggio, l’azienda di vuole contrastare la continua presenza sui mezzi dei furbetti sprovvisti di regolare biglietto.

Il personale viaggiante ha sostenuto un corso di formazione necessario per ottenere il patentino e quindi l’abilitazione professionale per esercitare le attività di controllo. Si tratta di 33 dipendenti di Tpl Linea, che dai primi di giugno potranno svolgere le verifiche del titolo di viaggio.

Il presidente di Tpl Linea srl Simona Sacone e il direttore generale Giovanni Ferrari Barusso dichiarano:

“I nuovi controllori abilitati saranno in azione sia nelle ore diurne quanto in quelle serali. All’interno dei bus resteranno ben visibili i manifesti sulle pesanti sanzioni a cui passeggeri potrebbero andare incontro”.

Per il pagamento delle multe Tpl ha avviato una collaborazione con l’Agenzia delle Entrate al fine di recuperare il credito in maniera incisiva.

Nonostante l’emergenza sanitaria i primi risultati si sono visti e si vedranno maggiormente nei prossimi mesi: “Sono indispensabili deterrenti a 360 gradi nella lotta all’evasione, questo anche come segno di rispetto nei confronti dell’utenza in regola” concludono i vertici di Tpl Linea.

Il sistema sanzionatorio di Tpl Linea srl

Per l’utente sprovvisto di titolo di viaggio oltre al pagamento di 40 euro a bordo del bus: pagamento in misura minima (entro 5 gg lavorativi): 60euro + prezzo del biglietto; pagamento in misura ridotta (entro 60 gg dalla contestazione): 93euro + prezzo del biglietto + spese amministrative; pagamento oltre i 60 giorni: 280euro + prezzo del biglietto + spese amministrative. Per l’utente sorpreso con un titolo di viaggio contraffatto: pagamento immediato all’agente accertante: 140euro + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto; pagamento in misura minima (entro 5 gg lavorativi): 140euro + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto; pagamento in misura ridotta (entro 60 gg dalla contestazione): 163,33 euro + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto + spese amministrative; pagamento oltre i 60 giorni: 490euro + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto + spese amministrative. Nel caso la violazione sia compiuta da un minore di anni 18 o da persona incapace, è consentito il pagamento dello stesso importo previsto per il trasgressore che provvede a pagare direttamente nelle mani dell’agente accertante (40 euro oppure 140 euro), agli esercenti la patria potestà genitoriale o a chi è tenuto alla sorveglianza, entro il giorno successivo non festivo dalla data di notifica del processo verbale di contestazione. Il passeggero che, al momento del controllo non abbia con sé l’abbonamento regolarmente acquistato ed obliterato per il mese in corso o la tessera personale, ha 5 giorni di tempo per regolarizzare la propria posizione presentando presso le biglietterie aziendali il valido titolo di viaggio o la tessera – mancanti al momento della verifica – e pagando il doppio del prezzo del biglietto previsto. Se la stessa violazione viene commessa più volte negli ultimi 5 anni, la sanzione salirà al massimo previsto dalla legge, vale a dire: 280euro + prezzo del biglietto + spese amministrative, nel caso di mancanza di biglietto; 490euro + prezzo del biglietto + prezzo del titolo di viaggio contraffatto + spese amministrative, nel caso di alterazione o contraffazione. La reiterazione opera solo nel caso in cui le precedenti sanzioni non siano state pagate entro 60 giorni. I pagamenti delle sanzioni possono essere effettuati: agli sportelli delle biglietterie aziendali di Piazza Aldo Moro 17100 Savona (orario: nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 13 e dalle 13.30 alle ore 16); presso IAT nella Torre Civica di Piazza San Michele ad Albenga (orario: nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 14.30 alle ore 18); tramite versamento sul c/c postale n. 2545623 intestato a Tpl Linea S.r.l. riportando il numero del verbale; mediante la piattaforma PagoPA.

 

G. D.

Savona stretta sugli autobus: lotta agli evasori, da 40 a 490 euro per chi sgarra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *