Sat spa con Iren succedono ad Ata, Giuliano: “Crescere tutti insieme”

Sat spa con Iren succedono ad Ata, Giuliano: “Crescere tutti insieme”
Spread the love

Provincia Savona e comune Vado Ligure dopo l’assemblea Sat

Venerdì scorso si è tenuta l’assemblea Sat Spa con all’ordine del giorno la delibera per la partecipazione di Sat come mandante al raggruppamento di impresa con Iren capogruppo per la partecipazione alla gara per la vendita del 49% della partecipazione in Sea srl, la New.co creata per la prosecuzione della gestione del servizio di raccolta rifiuti per il comune di Savona in successione ad Ata Spa.

<<Un passaggio molto importante in cui la società, imminente affidataria della gestione del sub-ambito provinciale che interessa tutti gli altri Comuni, oltre il Capoluogo, in cui la Provincia ha inteso entrare come socia all’inizio dell’anno, ha adottato una scelta importantissima di strategia complessiva – commenta Pierangelo Olivieri, presidente dalla Provincia di Savona -.

Bisognerà ovviamente attendere l’esito della gara, ma si stanno concretizzando le attività e l’impegno volte da tempo per la miglior gestione di uno dei servizi fondamentali per le nostre comunità, per le nostre attività e per tutti i servizi, ad iniziare da quello turistico, per il nostro comprensorio, quale è quello della gestione del rifiuto, nell’ottica anche del completamento delle attività di raccolta e smaltimento, con quella della gestione degli impianti.

Siamo soddisfatti – conclude Olivieri – per questo passaggio molto importante e concreto>>.

<<Abbiamo deciso di mettere Sat a disposizione anche della città di Savona – interviene Monica Giuliano, sindaco di Vado -. Noi crediamo che Sat abbia davvero le competenze specifiche costruite sul campo, Comune dopo Comune da poter dedicare tempo e risorse anche per i nostri vicini di casa.

Si cresce meglio se si cresce tutti assieme, se insieme al bacino di un’intera Provincia si unisce anche la comunità dei savonesi, perché insieme potremmo davvero raggiungere importanti economie di scala e solo insieme, tutte le comunità potranno rendere l’intera Provincia autosufficiente nel senso che si potrà davvero dire che il ciclo dei rifiuti potrà essere chiuso nel nostro territorio.

Costruire qui gli impianti, smaltire i rifiuti e valorizzarli – prosegue il sindaco -. Questo è l’obiettivo di Sat e se insieme a tutti i soci di Sat ci sarà anche il comune di Savona e la sua comunità io credo che dal punto di vista dell’interesse pubblico avremmo raggiunto un grande obiettivo.

Non dimentichiamo, inoltre che l’obiettivo pubblico deve essere sicuramente quello di lavorare a un piano tariffario che progressivamente ne prevede la riduzione per i cittadini e questo si può fare soltanto se la società pubblica cresce sana – conclude Giuliano -, come sta facendo e rispondere alle esigenze della comunità e al coordinamento con gli impianti esistenti per valorizzare ogni frazione del rifiuto raccolto>>.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *