Cronaca: Sassello e Alassio piangono il loro Comandante

Guido Badano è scomparso

A Sassello era il Comandante per una vita trascorsa sulle navi da crociera. Addirittura sul ponte di vicecomandante quando l’Andrea Doria, dopo soli tre anni di navigazione, venne speronata e affondata dal mercantile svedese Stockholm nell’Oceano Atlantico. Era la mattina del 26 luglio 1956.

Fu anche grazie al suo impegno e alla sua determinazione se furono limitate le perdite in quella che poteva essere una strage di proporzioni ancora più estreme (su 1706 presenti persero la vita in 46).

Da allora lo ricordiamo nella strenua difesa del suo comandante Piero Calamai cui vennero ingiustamente attribuite responsabilità per quella disgrazia. Oltre alle tante interviste ricordo in particolare la sua presenza in tv ad un Porta a Porta appositamente dedicata all’Andrea Doria.

Guido ha cessato di vivere ad Alassio dove andava a “svernare” nella brutta stagione per poi trascorrere l’estate nel suo paese di Sassello circondato da l’affetto dei tanti amici e compagni di risate.

"Medaglia d'Oro per Lunga Navigazione, Commendatore della Repubblica, aveva 92 anni e quasi ogni giorno - estate o inverno che fosse - si tuffava nel suo mare per una bella nuotata. Persone come ‘Il Comandante’, come amavano chiamarlo gli amici dei Bagni Molo, compagni di tuffi e nuotate - commenta il vicesindaco di Alassio, Angelo Gualtieri - sono perle rare di un mondo che non esiste più. Ricordarle, tenerne viva la memoria, potrà solo aiutarci ad essere migliori".

Alla figlia Marica il commosso saluto e ricordo delle amministrazioni comunali alassina e sassellese.

Anche l’associazione Amici del Sassello, gestore del Museo Perrando, si unisce al dolore per la scomparsa dell’illustre cittadino e socio sostenitore. A lui si deve la donazione di reperti marinari e di vasi precolombiani che fanno bella mostra in una vetrina del museo stesso (nella foto).

G. P.