Politica: Parlamentari in difesa del Napoli

Calci nel… in Parlamento

Che i calci possano essere mezzo di discussione sugli scranni parlamentari, sarebbe cosa buona. Ben assestati nel sedere potrebbero risvegliare il torpore romano. Ma non sono questi i calci di cui si occupano i nostri ben stipendiati signori, bensì è il calcio giocato che li turba, tanto dal presentare una interrogazione al ministro dello Sport.

L’oggetto di cui dovrà occuparsi lo staff ministeriale entro i canonici trenta giorni nasce da un presunto calcio di rigore non concesso mercoledì scorso alla squadra del Napoli durante l’incontro con l’Atalanta di Bergamo.

I promotori sono i senatori Gianni Pittella e Gaetano Quagliariello (presidente del Napoli Club Parlamento) che insieme ad altri deputati (tanti, troppi!) di ogni colore politico, hanno avuto questa imbarazzante iniziativa specie in un momento storico per la nostra Penisola dove gli eletti sono chiamati ad occuparsi di ben altri problemi che non un rigore. Inoltre, anche i tifosi della brava squadra campana non meritano questa ribalta.

Lascio quindi al lettore l’incommentabile lettura dell’interrogazione qui pubblicata, ma da sportivo vorrei chiudere con una considerazione: durante Fiorentina-Napoli del 24 agosto, Mertens, attaccante del Napoli, si procurò un rigore considerato all'unisono un plateale tuffo del giocatore, orbene tutti questi onorevoli che nell’interrogazione mettono in dubbio la “regolarità e imparzialità del campionato di serie A” erano ancora in qualche villaggio turistico?

 

G. D.