Sport: Fra i tanti, il migliore

Guardiola andrà alla Juve, 

vedove di Sarri siate serene

In questo ultimo mese, da quando la panchina di Allegri alla Juventus ha iniziato a traballare (nonostante la smentita di Agnelli), quanti saranno gli allenatori attribuiti alla squadra Campione d’Italia? Decine e di ogni qualità: italiani, stranieri, dibellesperanze, esperti, titolati, datitolare, ma uno in particolare ha sempre riscosso il gradimento degli Agnelli & C.: l’ “italiano” Guardiola (nonostante la smentita di Paradici).

Un allenatore che dopo i trascorsi da giocatore in Spagna e Italia, ha saputo conquistare da mister ogni platea: col bel gioco, portando trofei, sfruttando al meglio le qualità tecniche di ogni giocatore, anzi, migliorandole. Ma anche un nomade cui non piace fermarsi oltre i 3/4 anni nello stesso prato.

Consiglio di dare un’occhiata al suo palmarès da giocatore e da allenatore https://it.wikipedia.org/wiki/Josep_Guardiola  (lo risparmio qui poiché occuperebbe troppo spazio): mi ricorda tanto Cristiano Ronaldo. Uomini che hanno bisogno di stimoli, di emozioni forti, di traguardi e di… sfide. 

Insieme potrebbero divertirsi e riuscire anche a punzecchiarsi in questa avventura che si chiama Juventus: tanti trofei nazionali e internazionali, fra le migliori al mondo sia in termini di valore sia di tifo. Anche l'arrivo del portoghese fu in sordina, fra smentite e "figurati se va alla Juve". 

Inoltre, nuovi sponsor non getterebbero l’opportunità del business, e negli uffici ai piani alti della Continassa questo lo sanno.

Le vedove di Sarri e i suoi vecchi tifosi stiano tranquilli, fra Agnelli e Sarri ci sono differenze incolmabili.

La prossima settimana, fra i salti sul carro del “L’avevo detto!”, sapremo!

 

G. D.