Tradizioni: Infiorata a Sassello

Infiorata del Corpus Domini a Sassello (Savona)


Una tradizione centenaria che non vuole concorsi

In questo 2019 il Corpus Domini è venuto tardi, domenica 23 giugno (lo stesso giorno di San Giovanni Battista). In questa data si rinnovano i fasti dell’Infiorata, la tradizione sassellese degli addobbi floreali con disegni soprattutto sacri lungo tutte le vie che la Processione con il Santissimo percorrerà.

E’ una delle poche rimaste in Italia e forse l’unica che non vuole concorsi a premi, perché tutti gli “artisti” che partecipano son sicuri che l’agonismo che ne deriverebbe, è principalmente da evitare per impedire gli inevitabili tentativi di sopraffazioni; piccole ed innocenti, ma sopraffazioni, per vincere. Mentre così rimane solo l’impegno a fare “una bella cosa” da ammirare e un impegno sacro per il Corpus Domini, il Corpo del Signore, appunto.

Anche oggi tutti i sassellesi si sono impegnati per addobbare ogni via del centro storico, ricevendo poi i ringraziamenti di quelle vie dove gli “artisti” erano carenti.

Una tradizione che attira moltissima gente specie dalla vicina Riviera (21 km.) e, sebbene in qualche anno il maltempo abbia provato a complicare le cose, nulla l’ha fermata. Ricordo un paio di volte quando è stata disegnata all’interno della Chiesa della Trinità.

Quando si vuole davvero qualcosa, si scavalcano le montagne!

 

G. D.