Genova brevi. Tenta il suicidio con tre coltellate, denunce per furto, armi, resistenza

Genova brevi. Tenta il suicidio con tre coltellate, denunce per furto, armi, resistenza
Spread the love

Tre operazioni della Polizia di Stato del capoluogo. Tempestiva quella del tentativo autolesionistico

Ruba accessori per il telefono. Denunciato – Centro commerciale Fiumara, ore 12:30

Autore di furto aggravato e possesso di armi e oggetti atti ad offendere. Con questi reati un cittadino della Sierra Leone di 27 anni è stato denunciato dalla Polizia di Stato di Genova.

L’addetto alla vigilanza dell’esercizio commerciale Mediaworld ha notato un uomo prelevare da uno scaffale una confezione di pellicole per schermi dei cellulari, staccarne il codice a barre e infilarsela nella manica del giubbotto.

Appena ha oltrepassata la barriera delle casse senza pagare è stato fermato.

Perquisito dagli agenti delle volanti Upg, oltre alla pellicola occultava un paio di auricolari bluetooth e una custodia per iPhone per un valore complessivo di 80 euro.

Tutte le confezioni erano state private del codice a barre utilizzando un taglierino che è stato rinvenuto addosso al 27enne e sequestrato.

Soccorso a persona – Valpolcevera, ore 11.30

Ieri mattina è arrivata una telefonata in sala operativa da parte di un cittadino che diceva di essersi auto inflitto una coltellata.

Gli operatori, intuendo la gravità della situazione, hanno chiesto all’uomo la posizione esatta ottenendo in risposta un indirizzo sbagliato e un secondo nome di battesimo.

Le volanti immediatamente intervenute, in un primo momento non hanno trovato il civico indicato ma non hanno fermato le ricerche.

Grazie all’ottima conoscenza del territorio e all’acume degli operatori della sala operativa che nel frattempo hanno incrociato i pochissimi dati a disposizione nelle varie banche dati, i poliziotti sono riusciti a trovare l’appartamento da cui era giunta la richiesta d’aiuto.

Ad aprire la porta lo stesso uomo con ancora un grosso coltello in mano e tre importanti ferite da cui usciva copioso sangue: una all’addome con eviscerazione, la seconda al petto e la terza alla gola.

Il ferito è stato stabilizzato sul posto da personale medico e, giunto al pronto soccorso, sottoposto ad intervento urgente. Solo il tempestivo intervento dei poliziotti ha evitato il tragico epilogo della vicenda.

Butta rifiuti ingombranti e aggredisce gli agenti. Denunciato – Corso Magellano, ore 20.30

Ieri sera la Polizia ha denunciato un senegalese di 34 anni per resistenza a Pubblico Ufficiale

E’ stato un operatore delle volanti dell’Upg, libero dal servizio, a compiere l’intervento dopo che ha notato, camminando lungo corso Magellano, un grosso cumulo di rifiuti ingombranti.

Pezzi di armadio, reti da letto, specchi ed altro, abbandonati nei pressi di una pizzeria.

L’agente, sentiti il titolare dell’esercizio e da altre persone presenti, ha appreso che, poco prima, un uomo con un carrellino aveva scaricato i mobili lungo la strada.

Mentre stava contattando la Polizia Locale e l’Amiu, per quanto di loro competenza, il poliziotto ha visto arrivare il 34enne che è stato riconosciuto come l’autore dell’incivile gesto e lo ha trattenuto.

L’uomo, alla richiesta di esibire un documento d’identità, ha reagito con violenza, rivolgendosi con fare minaccioso nei confronti del poliziotto che lo ha condotto in Questura con l’ausilio di una volante.

Il 34enne è stato denunciato dalla Polizia di Genova per resistenza e per tutti gli altri illeciti procederà la Polizia Locale.

 

G. D.

Carcere Marassi, primo suicida dell’anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *