Due furti a Genova: ambulanza in via Fillak e Upim via XX Settembre

Due furti a Genova: ambulanza in via Fillak e Upim via XX Settembre
Spread the love

Due interventi della Polizia di Stato con un arresto e due denunce

Tenta di rubare un’ambulanza

La Polizia di Stato di Genova ha tratto in arresto un rumeno di 26 anni per i reati di tentato furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Quattro militi della Croce Rossa Rivarolese, poco dopo le 23, sono stati inviati, con la loro ambulanza, in via Fillak ove era stata segnalata la presenza di una persona ferita.

Quando sono arrivati non hanno però trovato nessuno e due di loro sono scesi dal mezzo di soccorso per dare un’occhiata in strada.

Proprio in quel momento il 26enne è uscito da un locale con una bottiglia di birra in mano e, dopo aver insultato senza apparente motivo gli altri due militi ancora a bordo dell’ambulanza, è salito dal lato guidatore per cercare di rubarla. Immediatamente il caposcorta del mezzo di soccorso lo ha bloccato per poi chiamare la Polizia.

Alla vista della volante il giovane si è divincolato dalla presa dei militi e ha iniziato a scappare; un agente è immediatamente sceso dalla vettura e lo ha inseguito. Dopo poche centinaia di metri l’operatore è riuscito a bloccare il fuggitivo nonostante quest’ultimo abbia cercato di colpirlo con la bottiglia di birra che aveva ancora in mano.

Il 26enne, con svariati precedenti di Polizia, senza fissa dimora, colpito da provvedimento di Avviso Orale del Questore di Genova e sottoposto ad obbligo di presentazione alla PG presso la Stazione di CC di Sampierdarena, sarà processato per direttissima.

Rubano alla Upim

La Polizia di Stato di Genova ha denunciato ieri pomeriggio due genovesi di 50 e 52 anni per il reato di furto aggravato in concorso.

I due uomini alle 15,45 sono entrati all’interno della Upim di via XX Settembre e, dopo aver prelevato dagli scaffali due piumini del valore di circa 100 euro, hanno cercato di uscire senza pagare.

Un addetto alla sicurezza, che non li aveva persi di vista nei loro spostamenti, li ha però fermati alle casse per poi chiamare la Polizia.

Gli agenti del Commissariato Centro, intervenuti rapidamente in soccorso del dipendente, hanno denunciato i due genovesi scoprendo che il 50enne è sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata per due anni con divieto di abbandonare il domicilio dalle ore 22 alle 7.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *