Due rubano un orologio in spiaggia. Un altro cerca di spacciare ai poliziotti

Due rubano un orologio in spiaggia. Un altro cerca di spacciare ai poliziotti
Spread the love

Due operazioni della Polizia di Stato a Pegli e Piazza dello Statuto

Rubano un orologio in spiaggia. Arrestati – Lungomare di Pegli, ore 13.30

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato due marocchini di 35 e 36 anni per furto aggravato in concorso. Denunciando, altresì il primo per ricettazione ed il secondo per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Ieri pomeriggio l’equipaggio di una volante dell’Upgsp che transitava in via Lungomare di Pegli ha notato i due malviventi che correvano inseguiti da un uomo, che li ha indicati come autori di un furto. Scesi dall’auto i poliziotti li hanno tallonati e raggiunti nei pressi della stazione ferroviaria. Il 36enne ha subito confessato mentre il complice ha tentato di fuggire colpendo gli operatori.

Condotti in Questura sono stati trovati in possesso di un orologio del valore di circa 150 euro, asportato dalla giacca di un signore che stava dormendo sotto l’ombrellone in spiaggia. Addosso al 36enne è stato rinvenuto anche un portafogli contenente 70 euro e la fototessera di una donna di cui lui non conosceva l’identità.

I due ladri, già colpiti da Ordine del Questore di lasciare il territorio dello Stato sono stati condotti alle camere di sicurezza in attesa della direttissima.

Tenta di vendere eroina ai poliziotti “antispaccio”. Denunciato – Piazza dello Statuto, ore 23.20

Ieri sera i poliziotti del Commissariato Centro di Genova, unitamente a personale del Rpc Liguria e della Questura, hanno svolto un’attività di controllo straordinario del territorio, finalizzata al contrasto dello spaccio in centro storico.

Durante il servizio gli agenti della Squadra Investigativa di Centro che, in abiti civili, stavano seguendo alcuni giovani sospetti, sono stati avvicinati da un uomo che ha provato a vender loro una dose di eroina.

Il pusher, un 33enne indiano, è stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti al fine di farne commercio ed illecito soggiorno nello Stato.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *