Quattro interventi sul territorio genovese da parte dei Vigili del fuoco

Quattro interventi sul territorio genovese da parte dei Vigili del fuoco
Spread the love

Furgone contro il teatro Genovese, auto contro palo, incendio appartamento, auto si ribalta per trenta metri

Genova – Nel pomeriggio del 17 dicembre, un furgone, per cause in via di accertamento, si è schiantato contro gli uffici del teatro Genovese. Fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta. Il conducente è rimasto bloccato all’interno ed è stato estratto dai Vigili del fuoco giunti sul posto.

vigili del fuoco Genova 3

In nottata, i Vigili del fuoco sono intervenuti a Chiavari, località Campodonico, per un incidente stradale. Un uomo ha perso il controllo della vettura che ha abbattuto un palo ed ha finito la sua corsa su un fianco. Il conducente è uscito autonomamente dall’auto ed è stato affidato alle cure del 118. I Vigili del fuoco del locale distaccamento hanno messo in sicurezza l’area.

Nella mattinata del 18 dicembre, sempre i Vigili del fuoco di Chiavari, con il supporto della squadra di Rapallo, sono intervenuti nel centro di Lavagna, nell’abitazione attigua alla canonica della chiesa di Santo Stefano, in piazza Marconi, per l’incendio di appartamento. Il parroco in quiescenza, che alloggiava li, è stato soccorso dai Vigili del fuoco e successivamente trasportato all’ospedale di Genova con l’elicottero Drago VF per la ustioni riportate. Le squadre hanno poi spento le fiamme scaturite nella camera da letto.

vigili del fuoco Genova 2

In serata, i Vigili del fuoco di Genova sono intervenuti per un incidente stradale sulla strada che da Bogliasco porta a Sessarego. Una ragazza ha perso il controllo della propria vettura ed è finita in una scarpata, ribaltandosi diverse volte per una trentina di metri, prima di fermarsi appoggiata sul tetto. Uscita autonomamente, quasi illesa, è stata assistita del personale del 118. I Vigili del fuoco hanno messo in sicurezza il veicolo ed hanno recuperato gli oggetti personali dall’abitacolo.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *