Nas. Savona, malagestione in una Rsa a Calice Ligure

Nas. Savona, malagestione in una Rsa a Calice Ligure
Spread the love

Carabinieri Nas: controlli presso strutture ricettive per anziani, 6 chiuse, 87 operatori sanitari senza vaccinazione Covid e 4 anziani vaccinati grazie ai militari

Malagestione. Visto il perdurare dello stato di emergenza sanitaria le verifiche dei Carabinieri Nas continuano in particolare presso le strutture di assistenza agli anziani. Peraltro la recente Ordinanza del Ministero della Salute consente l’accesso di familiari e visitatori presso le suddette strutture.

In questa prima decade di maggio è partita una campagna di controlli sull’intero territorio nazionale che ha interessato la 572 strutture.

141 strutture irregolari, pari al 25% degli obiettivi ispezionati

Sono state contestate 197 violazioni penali ed amministrative, per un valore di 43 mila euro, denunciando 36 persone all’Autorità Giudiziaria, mentre 136 alle Autorità amministrative.

I Carabinieri Nas hanno rilevato 63 violazioni per mancata attuazione di protocolli anti-Covid, operazioni di sanificazione ed uso di dispositivi di protezione individuale.

E’ emersa la presenza di operatori sanitari e personale addetto alle strutture risultati privi di copertura vaccinale, divenuta obbligatoria da aprile scorso. Un fenomeno riscontrato in almeno 42 strutture per complessivi 87 tra infermieri, fisioterapisti, operatori socio-assistenziali.

Inoltre, alcuni interventi, tra i quali quelli condotti dai Nas di Pescara, Genova, Torino e Catania, hanno rilevato situazioni di abbandono di anziani o non accuditi. In alcuni casi sfociati addirittura nella mancata somministrazione dei farmaci essenziali per garantire le terapie necessarie per gli ospiti malati e ultraottantenni.

E ancora, mancanza di trattamenti riabilitativi e di personale privo di abilitazioni professionali nonché detenzione di farmaci non idonei o scaduti, per i quali si è proceduto al sequestro di 72 confezioni.

A causa dello stato di abusivismo o di gravi criticità sono state oggetto di sospensione e/o chiusura 6 strutture ricettive, per valore economico stimato in oltre 4 milioni di euro.

Gli interventi di cessazione delle attività irregolari hanno determinato il conseguente ricollocamento degli anziani ospiti presso le abitazioni dei propri familiari o il trasferimento in altre strutture idonee.

Queste le situazioni riguardanti la Liguria

Nas di Genova a Calice Ligure (Savona)

In una residenza protetta di Calice Ligure i Nas hanno rilevato una situazione di malagestione degli anziani ospiti.

Gli stessi venivano lasciati dolosamente senza le terapie nei giorni festivi, provocando agli stessi scompensi e sofferenze, falsificando il registro delle terapie in modo da attestare la regolarità delle somministrazioni.

Sono state deferite alla Procura della Repubblica il direttore sanitario e quello amministrativo anche per esercizio abusivo della professione sanitaria.

Nas di Genova a Brugnato (Sp)

Presso una residenza protetta di Brugnato (SP), sono stati individuati 7 operatori socio assistenziali che non si sono sopposti alla vaccinazione obbligatoria preventiva per l’infezione da Covid.

 

G. D.

Varazze Rsa degli Orrori, altri 3 arrestati a Stella Albisola Genova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *