In Provincia di Savona si è parlato di siccità, finora ordinanze in 10 comuni

In Provincia di Savona si è parlato di siccità, finora ordinanze in 10 comuni
Spread the love

Incontro in Provincia sulla situazione delle risorse idriche territoriali, relativa al perdurare della siccità

Savona – Ieri mattina nella sede della Provincia di Savona si è svolto un incontro tra il presidente Olivieri, i consiglieri Giannotta, Navone, Niero, Taramasso e Rocca della commissione consiliare provinciale del Servizio Idrico Integrato, e delle Società che gestiscono il Servizio sul Territorio: Acquedotto San Lazzaro Spa, Aps-Acque Pubbliche Savonesi Scpa, Cira Srl, Consorzio per la depurazione delle acque di Scarico del Savonese Spa, Ireti Spa, Sca-Servizi Comunali Associati Srl.

È stato un confronto per fare il punto sull’attuale situazione delle risorse idriche e a seguito dei monitoraggi effettuati dalle aziende che gestiscono il servizio sul territorio e alla luce delle ordinanze Comunali emanate in questi giorni.

Al momento sono dieci i comuni che hanno emanato ordinanza di limitazioni all’utilizzo dell’acqua potabile: Albissola Marina, Arnasco, Balestrino, Calizzano, Cengio, Giusvalla, Sassello, Stella, Toirano, Vendone.

I controlli e monitoraggi effettuati rapportano che non sussiste un immediato stato di criticità (le verifiche, infatti, riportano dati dei livelli idrici simili a quelli che normalmente si hanno nel mese di agosto, sebbene quantitativamente in linea con gli anni scorsi), ma sicuramente pongono l’attenzione sulla necessità di mantenere uno stato di preallerta e monitoraggio della situazione.

Nell’incontro a Savona è stata evidenziata la necessità di vagliare tutte le risorse disponibili a cui avere accesso – anche quelle che potrebbero essere disponibili con il Pnrr – concertando assieme enti, amministratori ed aziende le condizioni, le opportunità e le risorse che possono andare a beneficio di tutto il territorio per arrivare ad una prospettiva di futuro e di miglioramento dell’intera struttura idrica territoriale e dare risposte non solo emergenziali.

Investimenti dovranno altresì essere valutati anche per il mondo dell’agricoltura, dell’industria e della produzione di energia per portare ad un generale miglioramento e un più vantaggioso utilizzo della risorsa idrica.

<<In questi giorni abbiamo raccolto – commenta Olivieri – tutti gli elementi possibili sulla situazione complessiva dell’approvvigionamento idrico nei comuni savonesi.

La situazione è sicuramente da evidenziare con tutta la dovuta attenzione e siamo in una situazione di prevenzione e cautela: come noto alcuni Comuni hanno assunto in questi giorni ordinanze per la limitazione dell’uso dell’acqua.

È sicuramente opportuno un monito a tutti ad usare il buon senso e contenere per i fini di necessità personale – innanzitutto igienico sanitaria e domestica in senso stretto – l’utilizzo dell’acqua limitando ed escludendo assolutamente tutte quelle attività non necessarie e indispensabili quanto all’utilizzo dell’acqua proveniente dagli acquedotti comunali.

Attendiamo le determinazioni che perverranno dalla Giunta Regionale per dare seguito eventualmente ad ulteriori atti per quanto di competenza quale ente di governo sul territorio da parte di Provincia, ma sin d’ora assolutamente un invito ed un monito ad assumere le migliori cautele e il contenimento>>.

 

G. D.