Ancora una donna in prognosi riservata dopo l’incendio Santa Corona

Ancora una donna in prognosi riservata dopo l’incendio Santa Corona
Spread the love

“Si lavora per tornare presto alla normalità”

La direzione del Santa Corona di Pietra Ligure informa sulla riorganizzazione e riprogrammazione a breve termine delle attività a seguito dell’incendio avvenuto nella notte 4/5 settembre in cui ha perso la vita un paziente e per il quale è in carcere un sospettato di incendio doloso.

Sta proseguendo il trasferimento della degenza di Ortopedia presso il 3° piano del padiglione 17, che verrà completato domani mattina venerdì 10 settembre. Il Reparto avrà a disposizione 22 posti letto.

Il Centro Ictus e il Post-Operatorio della Neurochirurgia resteranno momentaneamente nei locali adiacenti alla Medicina di urgenza in attesa della riorganizzazione dei reparti tutt’ora in divenire e sulla quale la Direzione medica sta lavorando con la massima collaborazione di tutto il personale sia medico che infermieristico.

La prossima settimana saranno eseguite le verifiche tecniche ed i controlli sulle sale dell’Ortopedia e Traumatologia con l’obiettivo di ripristinare l’attività a partire da lunedì 19 settembre.

Per quanto riguarda i pazienti trasferiti in altri reparti a seguito dell’incendio la direzione di Asl2 conferma che sono tutti stabili, inclusa una delle due donne ricoverate presso la Medicina di Savona che rimane in prognosi riservata.

Vi sono poi da quantificare i danni legati all’incendio del Santa Corona, tutt’ora in corso da parte dei tecnici le opportune operazioni di verifica sia sulla parte strutturale che impiantistica.

<<Stiamo davvero lavorando tutti senza sosta e con grande impegno per garantire i servizi all’utenza – commentano dalla direzione Asl2 -, e anche per limitare i disagi al personale coinvolto. In questo momento l’obiettivo è trovare le soluzioni più idonee alle criticità sorte a seguito dell’incendio e lavorare per tornare presto alla normalità >>.

 

G. D.