Fabio Rossi trovato senza vita con il suo deltaplano, era disperso da domenica nello spezzino

Fabio Rossi trovato senza vita con il suo deltaplano, era disperso da domenica nello spezzino
Spread the love

Il corpo del 59enne è stato recuperato nella tarda serata di ieri in località Due Canali nel comune di Pignone

Le ricerche di Fabio Rossi, classe 1961, disperso da domenica mattina durante un volo con il suo deltaplano a motore si sono concluse nella tarda serata di ieri. Data l’impervietà della zona, difficilmente raggiungibile a piedi in tempi brevi, è stato richiesto l’intervento dell’elicottero Drago 121 del reparto volo VVF di Genova.

Il personale impiegato nelle ricerche (VVF, Soccorso Alpino e Capitaneria di Porto), unitamente a volontari in possesso di velivoli leggeri che hanno coadiuvato i soccorritori, nella tarda serata di ieri ha ritrovato nel comune di Pignone (Sp), località Due Canali, in zona boschiva montuosa, il deltaplano di e a pochi metri dal velivolo il corpo privo di vita di Rossi.

I carabinieri della Stazione di Borghetto di Vara (Sp), che hanno tenuto costanti contatti con la famiglia e con i responsabili delle ricerche individuati dalla Prefettura nel Comando VVF della Spezia, sono intervenuti sul posto e seguito le difficili operazioni di recupero della salma.

Durante le fasi di ricerca, hanno sentito le persone vicine allo scomparso per acquisire informazioni utili per indirizzare in modo scrupoloso le ricerche, valutando e verificando varie segnalazioni di privati cittadini che riferivano di aver notato vari mezzi aerei sorvolare i cieli nella tarda mattinata e nel primo pomeriggio di domenica.

Alcune segnalazioni, relative ad avvistamenti di mezzi per il volo libero avvenute nella giornata precedente, sono state raccolte anche nella giornata di lunedì.

I carabinieri hanno dato la triste notizia alla famiglia e hanno provveduto a contattare l’autorità giudiziaria della spezia ponendo sotto sequestro il deltaplano rimasto agganciato ad un albero.

La salma del deltaplanista è stata posta all’ospedale di La Spezia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per le valutazioni in merito all’eventuale esame autoptico. Nella tarda mattinata odierna i carabinieri, su disposizione dell’autorità giudiziaria, hanno affidato la salma alla famiglia e hanno dissequestrato il deltaplano.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *