Genova. Polizia nel Centro Storico: 20 persone controllate di cui 14 pregiudicati

Genova. Polizia nel Centro Storico: 20 persone controllate di cui 14 pregiudicati
Spread the love

Un arresto nel Ponente e un denunciato per furto

Ponente Genovese, ore 13.40 – Offende e minaccia dipendenti di un centro di accoglienza. Arrestato

Ieri pomeriggio i poliziotti delle volanti dell’Upg hanno arrestato un cittadino della Rep. della Guinea di 20 anni per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Tutto incomincia nel mese di luglio quando il 20enne, con precedenti per rissa, uso di droghe, e violazioni in materia di Covid, alloggiato presso un Centro di Accoglienza del ponente, commette gravi atti di violenza nei confronti degli operatori della struttura soprattutto contro la responsabile. Per tali atteggiamenti la Direzione del Settore Gestione Servizi Sociali del Comune di Genova ha così deciso di revocare al giovane la misura di accoglienza scatenando la sua rabbia.

In particolare, come per vendicarsi, domenica scorsa il 20enne, cercando di entrare a forza dentro la struttura, ha sfondato una porta tagliafuoco con un bilanciere da palestra senza però riuscire a accedere ai locali.

Non contento ieri pomeriggio si è ripresentato, con fare minaccioso, davanti alla porta del Centro urlando contro la responsabile la seguente frase: “ti taglio la gola, appena torno ti stacco la testa e ti ammazzo bastarda”.

A quel punto la responsabile, impaurita e spaventata dagli atteggiamenti violenti e pericolosi del ragazzo, ha chiamato la Polizia. Il giovane nonostante l’intervento della Polizia ha continuato a minacciare i gestori della struttura e i poliziotti stessi che sono riusciti a contenerlo ricorrendo al capsicum.

Il 20enne, associato alle locali camere di sicurezza, verrà giudicato con rito direttissimo.

 

Controllo straordinario del Centro Storico

Ieri sera gli uomini del Commissariato Centro, unitamente ad alcune pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine e del VI Reparto Mobile e di due unità cinofile, hanno controllato le zone di via delle Vigne, piazza delle Vigne, via Maddalena, vico Mele, via di Sottoripa e vie limitrofe segnalate come zone di spaccio da numerosi esposti dei residenti.

Durante il servizio sono stati identificati 20 persone di cui 14 sono risultati pregiudicati.

In particolare tre di loro sono stati accompagnati in Questura, nello specifico:

  • un genovese di 53 anni è stato denunciato per furto perché riconosciuto dagli uomini della squadra Investigativa del “Centro” come il responsabile di due furti di biciclette avvenuti entrambi lo scorso 19 agosto;
  • un cittadino del Gambia di 24 è stato sanzionato come assuntore di sostanze stupefacenti perché trovato in possesso, grazie al fiuto del cane Costantin, di 0.50 gr di marijuana;
  • un senegalese di 22 anch’egli sanzionato perché trovato in possesso di 11 gr della medesima sostanza questa volta “annusato” da “Nagut”.

Successivamente Costantin ha anche rinvenuto 21 gr di marijuana nascosti sotto una serranda di vico Colalanza.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *