Genova cronaca breve. Beccato il rapinatore delle metro è un 28enne irregolare

Genova cronaca breve. Beccato il rapinatore delle metro è un 28enne irregolare
Spread the love

Sempre più intensi i controlli anti contagio anche in previsione del “coprifuoco” 30/10-2/11


Notizie sul “coprifuoco”


 

Arrestato il rapinatore delle metro

Nella giornata di ieri gli agenti del Commissariato Centro hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di J.A. 28 anni di origini Gambiane, irregolare sul territorio nazionale, con diversi precedenti inerenti lo spaccio nonché reati contro il patrimonio.

I fatti risalgono al 29 settembre quando, nell’arco di una sola giornata, il cittadino gambiano ha posto in essere tre rapine all’interno delle stazioni metro.

La prima è avvenuta alle 6.30 presso la stazione metro San Giorgio; qui veniva avvicinato un signore in attesa della metro e, con la scusa di chiedere l’elemosina, si avvicinava allo stesso e, puntandogli un punteruolo di 20 cm, si faceva consegnare il contenuto del proprio portafogli.

Poche ore più tardi, ossia alle ore 9.30 dello stesso giorno presso la stazione metro di Sarzano, si concretizzava la seconda rapina; anche qui stesso modus operandi ossia avvicinamento della vittima con la scusa dell’elemosina e, al rifiuto della stessa e approfittando della sua distrazione, riusciva ad asportare dalla borsa aperta che la signora portava a tracolla, il cellulare e 50 euro per poi spintonare la vittima e darsi alla fuga.

Il terzo fatto è avvenuto alle ore 20 del 29 settembre presso la stazione metro di Sarzano. Adottata anche qui la stessa strategia, riusciva a strappare di mano il cellulare della vittima che però non si dava per vinta e, dopo qualche spintone, riusciva a recuperarlo e mettere in fuga il rapinatore.

La sezione Investigativa del Commissariato Centro, si è immediatamente attivata per recuperare le immagini dei luoghi interessati dai fatti e, grazie alle denunce delle vittime nonché ai riconoscimenti delle stesse, si riusciva ad identificare l’autore delle rapine a cui nella giornata di ieri è stata notificata la custodia cautelare in carcere.

Tuttavia le indagini proseguiranno per capire se lo stesso si è reso protagonista di altri furti perpetrati nel Centro storico.

 

Entra negli uffici del Giudice di Pace senza mascherina e insulta gli agenti. Denunciato – Via De Amicis, ore 9.40

Ieri mattina, i poliziotti dell’Upg hanno denunciato per oltraggio a P.U. un genovese di 42 anni, sanzionandolo altresì per l’inosservanza al recente dpcm “anticontagio”.

L’uomo è entrato negli uffici del Giudice di Pace senza la necessaria mascherina e, invitato ad indossarla da personale addetto alla vigilanza, si è rifiutato assumendo un atteggiamento oltraggioso, anche con gli agenti intervenuti per sedare gli animi.

 

In giro con uno spinello in mano e uno spray al peperoncino in tasca. Denunciato – Piazza Massena, ore 12.15

Ieri, gli agenti dell’Upg hanno denunciato un 30enne marocchino, pluripregiudicato, per possesso ingiustificato di armi o oggetti atti ad offendere, sanzionandolo altresì per detenzione di droga per uso personale.

L’uomo, fermato per un controllo di routine, ha spontaneamente consegnato ai poliziotti lo spinello che stava fumando, aggiungendo altresì che nel marsupio custodiva un pezzo di hashish. Dopo un controllo più approfondito gli operatori, oltre alla sostanza dichiarata (1,20 g. di hashish), hanno rinvenuto una bomboletta di spray urticante illecitamente detenuto.

 

Eseguita espulsione giudiziaria a carico di pregiudicato straniero detenuto a Genova

Ieri la Polizia di Stato di Genova ha eseguito un accompagnamento coatto alla frontiera a carico di un 39enne georgiano pluripregiudicato che doveva scontare circa 3 anni e mezzo di carcere per furti in abitazione e destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Tribunale di Sorveglianza come misura alternativa alla detenzione ai sensi dell’art.16 c.5 del Tui sul residuo pena di circa un anno.

L’uomo è stato imbarcato a Fiumicino su un volo charter diretto in Georgia insieme ad una decina di altri detenuti georgiani ristretti in varie carceri italiane.

 

Divieto area urbana e banconota contraffatta – Via Prè, ore 9:20

I poliziotti del Commissariato Prè, nell’ambito degli ordinari controlli del territorio volti alla prevenzione e repressione dei reati hanno identificato e denunciato due cittadini gambiani di 23 e 21 anni per aver violato il divieto loro imposto di accedere all’area urbana e il 23enne perché trovato in possesso di una banconota da 20 euro contraffatta.

 

G. D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *