15enne fuggita da casa per la seconda volta in 4 mesi rintracciata dalla Polizia a Spezia

15enne fuggita da casa per la seconda volta in 4 mesi rintracciata dalla Polizia a Spezia
Spread the love

E’ in buone condizioni, anche se agitata e un po’ confusa

Nelle prime ore di giovedì 5 novembre, la Centrale Operativa della Questura della Spezia veniva avvertita dell’allontanamento da casa di una minore da parte della madre della stessa che, poco dopo, si recava presso l’Ufficio Denunce per formalizzare la denuncia di scomparsa.

Non nuova a simili esperienze, si era difatti già allontanata da casa nello scorso mese di agosto trattenendosi fuori da casa per tre giorni, la ragazzina 15enne si era ora allontanata dalla propria abitazione nel corso della notte, portando con sé poche cose e facendo temere per la sua incolumità.

Immediatamente sono scattate le ricerche diramate dalla Divisione Anticrimine della Questura, a cura dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, delle Specialità della Polizia di Stato e di tutte le altre forze di polizia, interessate anche a livello nazionale.

Gli investigatori della Questura hanno da subito cercato anche tra le amicizie, nei luoghi più frequentati dalla giovane, includendo le Cinque Terre ed alcune località della Provincia di Genova ove era stata segnalata la presenza ed analizzato vari profili sui social network, ma senza risultati apprezzabili, mantenendo un contatto continuo con i familiari.

Nella serata di sabato scorso gli agenti della Polizia Ferroviaria Spezzina, allertati sin dalla prima notizia di scomparsa, rintracciavano la ragazza all’interno della biglietteria della stazione della Spezia Centrale, colta da un leggero malore e richiedevano immediatamente l’intervento del personale sanitario.

La minore, che appariva agitata e un po’ confusa ma in buone condizioni generali, ricevuta la dovuta assistenza medica e rasserenata dagli operatori di polizia che l’avevano soccorsa, veniva accompagnata presso il locale Ponto Soccorso e poco dopo riaffidata alla famiglia, grata di poterla riabbracciare in salute.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *