Genova cronaca breve. Ritrova la bici rubata sul mercatino di Facebook, Chiuso un bar per norme anti Covid

Genova cronaca breve. Ritrova la bici rubata sul mercatino di Facebook, Chiuso un bar per norme anti Covid
Spread the love

Poliziotta fuori servizio becca un ladro

Vende sui social una bicicletta che non gli appartiene. Denunciato – Di Negro, ore 17,30

I poliziotti del Commissariato Centro hanno denunciato un italiano di 46 anni per il reato di ricettazione.

Nel mese di settembre un genovese aveva denunciato il furto della propria bicicletta che aveva regolarmente parcheggiato in Piazza Matteotti. Quest’ultimo si è ripresentato in questi giorni al Commissariato dicendo di aver riconosciuto senza ombra di dubbio la sua bicicletta in vendita a 350 euro sul mercatino dell’usato di Facebook e di aver già intavolato una trattativa per l’acquisto.

All’appuntamento pattuito però si sono presentati i poliziotti e il venditore ha raccontato loro che la bicicletta gli era stata lasciata in custodia, in una giornata di pioggia, da un soggetto che poi non è più tornato a riprendersela e così ha pensato di rivendersela per guadagnarci qualcosa. La bicicletta è tornata al suo legittimo proprietario e l’incauto venditore denunciato per ricettazione.

 

Poliziotta libera dal servizio acchiappa un ladro fuori dal supermercato – Via Bertolotti, ore 16,30

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 34enne genovese nella flagranza del reato di furto aggravato.

Nel pomeriggio di ieri l’uomo si è fatto la scorta di liquori mettendoli nel carrello e, sperando di farla franca, è uscito dalla porta d’ingesso del supermercato senza pagare i 161,62 euro dovuti.  La cassiera però si è accorta della manovra e ha iniziato a urlare. Nei pressi del negozio c’era una poliziotta libera dal servizio che, senza pensarci un attimo, ha rincorso e acchiappato il ladro consegnandolo poi ai colleghi del Commissariato Cornigliano accorsi sul posto.

Il 34enne è persona ben conosciuta alle Forze dell’Ordine e non è nuovo a episodi analoghi. Ha l’obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia ed è stato sottoposto alla misura dell’Avviso Orale del Questore. Ieri ha dichiarato che prima di presentarsi al Commissariato Cornigliano per ottemperare ai suoi obblighi, voleva fare rifornimento di alcolici, un po’ per il suo uso quotidiano e un po’ per rivenderli e guadagnarsi da vivere.

A inizio novembre era stato segnalato per occupazione abusiva di un appartamento con allaccio illecito della corrente elettrica, questa notte invece ha trovato riparo nelle guardine della Questura in attesa del processo che il Magistrato ha fissato questa mattina con rito direttissimo.

 

Rapina un minorenne. Denunciato – Via di Fassolo, ore 19:40

I poliziotti delle volanti dell’U.P.G. hanno denunciato un 22enne genovese per rapina impropria aggravata in concorso con un complice rimasto ignoto.

Il 22enne ha avvicinato nei pressi della metropolitana Di Negro due minorenni che transitavano a bordo di un monopattino elettrico. Fermandoli con il pretesto di un’informazione ha puntato alla gola di uno di loro un oggetto appuntito chiedendogli il portafoglio. Essendone sprovvisto, il rapinatore si è fatto consegnare il telefono cellulare per poi allontanarsi. I due ragazzini spaventati hanno subito richiesto l’intervento della polizia che ha acquisito una dettaglia descrizione del 22enne mettendosi subito sulle sue tracce. Ritornando sul luogo della rapina era ancora presente l’autore del reato che è stato immediatamente riconosciuto dalla vittima. Sentendosi scoperto il 22enne ha tentato di screditare il minore dichiarandosi estraneo ai fatti. I poliziotti convinti della sincerità del ragazzino hanno acquisito le immagini di video sorveglianza di un albergo smentendo le illazioni del 22enne. Dal video infatti era chiaramente visibile tutto lo svolgimento della rapina ed anche la presenza di un complice, rimasto ignoto, al quale il 22enne ha consegnato la refurtiva.

 

Via Robino, ore 14:30 accordata la richiesta di aggravamento della misura cautelare per il 32enne palermitano che lo scorso lunedì, armato di martello, aveva colpito vetrine, muri e un passante in corso De Stefanis. Ieri i poliziotti del Commissariato San Fruttuoso gli hanno eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Viale Brigate Partigiane, ore 22:15 Un algerino 41enne è stato denunciato dai poliziotti del Commissariato San Fruttuoso per resistenza, violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale e danneggiamento sanzionandolo altresì per oltraggio, ubriachezza, bestemmia e per la violazione della normativa covid-19. L’uomo è stato fermato mentre camminava senza mascherina in evidente stato d’ebrezza. Durante il controllo ha liberato tutta la sua aggressività inveendo, minacciando e sputando nei confronti degli operatori.

Via Pastorino, ore 13 I poliziotti del Commissariato Cornigliano hanno disposto la chiusura per 5 giorni il bar “Doppia Chance”. Durante un controllo seduto al bancone del locale vi era un avventore che privo di mascherina stava consumando una brioche. Sanzionato l’avventore, un genovese 45enne, ed il proprietario un sassarese 32enne.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *