Beccato 45enne genovese che ha lanciato 7 allarmi bomba in aeroporto e stazioni ferroviarie

Beccato 45enne genovese che ha lanciato 7 allarmi bomba in aeroporto e stazioni ferroviarie
Spread the love

Non aveva “risparmiato” Tribunale e Questura del capoluogo

La Polizia di Stato di Genova ha identificato e denunciato per procurato allarme un 45enne genovese responsabile dei numerosi allarmi bomba degli ultimi mesi presso l’aeroporto e le stazioni ferroviarie genovesi, il Tribunale e la Questura di Genova.

Lo scorso 2 dicembre, i poliziotti del commissariato Prè, a seguito dell’ennesima telefonata anonima che segnalava un ordigno all’aeroporto Cristoforo Colombo, hanno avviato una minuziosa e serrata attività d’indagine.

Dopo l’ultima telefonata, individuata la cabina telefonica da cui era partito il falso allarme, hanno acquisito le immagini di videosorveglianza della zona individuando l’autore della telefonata.

In collaborazione con il personale della Polizia Ferroviaria e di Frontiera sono risaliti all’esatta identità dell’uomo poiché già noto agli operatori in quanto denunciato nel 2019 per il medesimo reato a seguito di un’operazione del commissariato Chiavari.

Richiesto ed ottenuto il decreto di perquisizione dall’Autorità Giudiziaria, gli uomini della Polizia Ferroviaria, di Frontiera e del commissariato Prè si sono recati al domicilio del 45enne. Nella sua abitazione hanno rinvenuto molti dei capi di abbagliamento utilizzati durante le telefonate minatorie, molte delle quali riprese dalle telecamere, tra cui proprio il giaccone blu con un logo bianco sulla parte anteriore utilizzato per l’ultima chiamata anonima.

Per tali motivi il 45enne è stato denunciato dai poliziotti del Commissariato Prè per la telefonata dello scorso 2 dicembre mentre per altre sei, avvenute tra agosto e ottobre, dal personale della Polizia Ferroviaria e di Frontiera.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *