Genova cronaca breve. Botte e lesioni in quattro interventi della Polizia

Genova cronaca breve. Botte e lesioni in quattro interventi della Polizia
Spread the love

Si intensificano i controlli pre natalizi

Sedano una lite ma finiscono all’ospedale Due arrestati Via Mascagni ore 18

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 43enne genovese e una 44enne lombarda per resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali aggravate Entrambi sono senza fissa dimora e pluripregiudicati e l’uomo destinatario della misura della libertà vigilata della durata di un anno.

Durante il servizio di controllo del territorio i poliziotti di una Volante dell’Upg sono stati avvicinati da un cittadino che li ha avvertiti di una violenta lite iniziata in un bar e proseguita in strada.

Sono immediatamente intervenuti e hanno trovato la coppia fortemente alterata che stava strattonando un 32enne genovese. Nonostante la presenza della Polizia hanno continuato a inseguire e colpire il malcapitato sino a che a loro furia non si è concentrata sugli operatori intervenuti in difesa della vittima.

La violenta colluttazione che ne è seguita si è conclusa solo con l’uso del capsicum verso il 43enne per cercare di renderlo inoffensivo ed evitare danni peggiori. Operazione peraltro non semplice visto l’intervento della donna che con calci e pugni ai poliziotti ha cercato di ostacolare l’opera di messa in sicurezza del compagno.

Solo il sopraggiungere di ulteriori equipaggi e l’aiuto di alcuni passanti ha consentito di bloccare entrambi i soggetti che all’interno delle auto di servizio hanno continuato ad agitarsi con violenza.

Due poliziotti per le percosse subite sono stati refertati all’ospedale con sette giorni di prognosi. Il Magistrato ha disposto che, in attesa del rito direttissimo, i due fossero associati presso le camere di sicurezza della Questura dove peraltro hanno continuato a mantenere una condotta violenta, minacciosa e oltraggiosa nei confronti di numerosi operatori preposti alla loro vigilanza

Lo controllano e scoprono che deve essere arrestato – Via Ronchi, ore 22.30

La Polizia di Stato di Genova ha eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un 21enne italiano.

I poliziotti dell’Upg transitando in via Ronchi hanno notato l’uomo che, senza mascherina, alla loro vista si è mostrato alquanto nervoso.  Lo hanno sottoposto a controllo ed è emerso che era destinatario di un ordine di carcerazione per l’espiazione della pena di 1 anno e 8 mesi per reati di furto.

Accompagnato in Questura per gli atti di rito ha minacciato di morte gli agenti e per questo motivo è stato anche denunciato per minacce a Pubblico Ufficiale, oltre che sanzionato per inosservanza delle norme anti-Covid. I Poliziotti del Commissariato San Fruttuoso hanno poi eseguito la traduzione del soggetto al carcere di Marassi.

Aggredisce i coinquilini e minaccia gli agenti. Denunciato – Via Casatelli, ore 20.20

Ieri sera la Polizia di Stato di Genova ha denunciato un 48nne rumeno per percosse, minacce e violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale.

Ieri sera gli agenti dell’Upg sono stati inviati in un appartamento di via Casatelli dove i due giovani coinquilini del 48enne hanno segnalato un’aggressione.

L’uomo infatti, completamente ubriaco, convinto che gli avessero avvelenato il cibo, ha iniziato a minacciare la ragazza che vive nella stanza accanto alla sua, arrivando a prenderla per la gola e tenerla stretta per una decina di secondi. Anche l’altro inquilino, giunto in soccorso, ha subito lo stesso trattamento, riuscendo però a svincolarsi immediatamente.

All’arrivo degli agenti il rumeno ha cominciato a urlare e a minacciare di tagliar loro la gola. Neanche in Questura ha desistito, continuando con le minacce di morte verso gli operatori.

Furto aggravato al “Coop Di Negro”, denunciato – ore 18.15

I Poliziotti dell’Upg hanno denunciato per tentato furto aggravato un 49enne genovese, pregiudicato.

L’uomo è stato visto da personale del centro commerciale mentre prelevava quattro bottiglie di vino e le nascondeva in una borsa, per poi rubare quattro tavolette di cioccolato infilandole dentro i pantaloni. Infine, approfittando dell’accesso di un cliente al negozio, è uscito passando dai tornelli di entrata.

Il 49enne, che a suo carico ha anche un Avviso Orale del Questore di Genova, è stato fermato e denunciato; la merce, del valore di 56 euro circa, restituita.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *