Genova cronaca breve. Ancora maltrattamenti all’ex compagna, ubriachi tirano bottiglia ad una signora

Genova cronaca breve. Ancora maltrattamenti all’ex compagna, ubriachi tirano bottiglia ad una signora
Spread the love

Ancora episodi di violenza sulle donne

Perseguita la ex compagna. Arrestato – Foce ore 16.45

I poliziotti delle volanti del Upg hanno tratto in arresto un napoletano 32enne per atti persecutori denunciandolo altresì per minacce e oltraggio a Pubblico Ufficiale. Ieri pomeriggio, l’uomo, già destinatario di ammonimento del Questore nel 2018, si è presentato ubriaco nel locale dove lavora la sua ex compagna minacciando, insultando e aggredendo tutti i dipendenti che si sono posti in difesa della donna.

La vittima, in sede di denuncia, ha poi raccontato ai poliziotti di essere perseguitata ormai da anni. L’uomo, divorato dalla gelosia dopo la fine della relazione all’inizio del 2020, le invia decine di messaggi al giorno pieni di minacce e insulti arrivando persino a seguirla per strada.

Il 32enne, accompagnato in Questura con non poche difficoltà, ha insultato e minacciato gli operatori. Sottoposto agli arresti domiciliari, è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

A spasso ubriachi lanciano una bottiglia di vetro contro una donna – Via P. Pesce, ore 21.50

I poliziotti delle volanti dell’U.P.G. hanno denunciato per minacce aggravate in concorso tre ecuadoriani di età compresa tra i 35 e 47 anni.

I tre festaioli, a spasso ubriachi e carichi di bottiglie di birra e spumante, sono stati rimproverati da una donna, affacciatasi dalla finestra di casa e disturbata dai loro schiamazzi. Gli uomini per tutta risposta le hanno lanciato una bottiglia di vetro che fortunatamente ha mancato il bersaglio. All’arrivo dei poliziotti i tre sono stati inoltre sanzionati per ubriachezza e per la violazione della normativa covid poiché senza mascherina.

 

Rovescia cassonetti – Via Dottesio, ore 01.30

I poliziotti del commissariato Cornigliano e delle volanti dell’Upg hanno denunciato un camerunense di 38 anni per deturpamento e imbrattamento, ricettazione e possesso ingiustificato di armi o oggetti atti ad offendere poiché trovato in possesso di una tronchesina e di un paio di forbici.

L’uomo, già conosciuto agli operatori per i suoi atteggiamenti violenti e poiché pluripregiudicato per reati contro la persona, è stato sorpreso mentre rovesciava per strada il contenuto di alcuni cassonetti tra cui anche rifiuti sanitari (siringhe, cateteri ecc.).

Trovato in possesso di un hard disk, di cui non ha saputo giustificare la provenienza, al cui interno erano salvati progetti navali e presentazioni in power point probabilmente appartenenti a qualche studente universitario. Infine, è stato sanzionato per la violazione della normativa anti-covid poiché privo di mascherina.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *