Genova cronaca breve. Furto auto, autista aggredito, preso pusher

Genova cronaca breve. Furto auto, autista aggredito, preso pusher
Spread the love

Operazioni della Polizia di Stato del primo giorno dell’anno

Ruba in un’auto in sosta. Arrestato. Via del Campasso, ore 00.20 del 1° gennaio

I poliziotti dell’Upg hanno arrestato, per furto aggravato, un dominicano di 24 anni, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio.

L’intervento è stato richiesto da un cittadino che, affacciatosi alla finestra, ha visto un uomo rompere il deflettore della sua auto parcheggiata sotto casa, per rovistarne gli interni. Gli agenti intervenuti hanno trovato il “topo d’auto” ancora sul sedile posteriore. Nelle tasche aveva occultato le monete appena rubate dal cruscotto.

Sarà giudicato per direttissima.

 

Litiga con l’autista dell’autobus e lo aggredisce. Denunciato – Via Capolungo, ore 14.00 del 1° gennaio

I poliziotti dell’Upg hanno denunciato per danneggiamento, lesioni e interruzione di pubblico servizio, un italiano di 41 anni.

L’uomo, durante una lite scaturita per futili motivi a bordo di un autobus della linea 517, ha aggredito l’autista colpendolo con diversi pugni al volto e ha danneggiato la catena divisoria posta tra il conducente e il vano passeggeri, per poi fuggire a piedi con i due cani di grossa taglia che portava con sé. Gli agenti lo hanno rintracciato lungo la strada che porta alla stazione ferroviaria di Nervi.

 

Nasconde un involucro contenente droga nel piazzale FS di Genova Principe: arrestato dalla Polizia

Al termine di un’indagine svolta dalla Polizia ferroviaria ligure, un cittadino marocchino di 36 anni, clandestino sul territorio nazionale, è stato arrestato con un’ordinanza di custodia cautelare della Procura di Genova per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato individuato dopo il rinvenimento da parte dei poliziotti di un involucro contenente circa 2 etti di cocaina suddivisa in varie dosi, nel parcheggio interno della stazione di Genova Principe. Attraverso la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza presente nello scalo ferroviario, gli agenti sono riusciti a riscostruire il percorso compiuto dallo straniero sino al momento in cui occulta la sostanza stupefacente.

Rintracciato nel ponente ligure, l’uomo è stato accompagnato nel carcere di Imperia.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *