Ancora maltrattamenti in famiglia, arrestato a Borgoratti

Ancora maltrattamenti in famiglia, arrestato a Borgoratti
Spread the love

La Polizia di Stato del capoluogo alle prese con un caso di violenza e di droga

Ubriaco picchia la ex compagna che lo ospita in casa. Arrestato. – Borgoratti, ore 15.35

I poliziotti del Commissariato San Fruttuoso, ieri pomeriggio, hanno arrestato un 45enne, pluripregiudicato, per il reato di minaccia e maltrattamenti in famiglia.

Gli agenti sono intervenuti dopo la segnalazione di una violenta lite in un’abitazione di Borgoratti, dove hanno trovato il 45enne riverso a terra in evidente stato d’ebbrezza alcolica mentre ancora insultava la ex compagna, minacciandola che l’avrebbe percossa perché “si era permessa” di chiamare la Polizia.

La donna, visibilmente spaventata, ha spiegato tra le lacrime che già dall’inizio del loro rapporto nel 2017, l’uomo aveva cominciato a maltrattarla facendola finire in ospedale svariate volte. Dopo un breve periodo illusorio, concomitante con il lockdown, in cui si è mostrato più tranquillo, ha ricominciato ad abusare di alcolici riprendendo con le aggressioni fisiche e verbali.

L’ultimo episodio ieri, quando nel tentativo di colpirla, ha perso l’equilibrio ed è caduto a terra.

I poliziotti, alla luce anche dei numerosi precedenti penali emersi a carico del 45enne, tra i quali quello di un tentato omicidio risalente allo scorso maggio, lo hanno allontanato accompagnandolo presso il carcere di Marassi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A spasso con 6 dosi di marijuana. Denunciato – Quartiere di San Fruttuoso, ore 22

La Polizia di Stato ha denunciato, ieri sera, un cittadino del Gambia di 23 anni per il reato di spaccio di sostanza stupefacente.

Una volante del Commissariato San Fruttuoso, durante il regolare controllo del territorio, ha notato in corso Sardegna il 23enne cambiare direzione alla vista dei poliziotti.

A quel punto gli agenti hanno deciso di fermarlo ma il giovane è scappato non prima però di aver gettato a terra una busta di tabacco contenete 6 dosi di marijuana.

Immediatamente bloccato, il giovane, senza fissa dimora e con precedenti specifici, è stato altresì trovato in possesso della somma di 20 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio.

Durante la sua permanenza all’interno degli uffici della Questura, il suo telefono non ha mai smesso di suonare e di ricevere notifiche da whatsapp da persone che gli chiedevano o confermavano appuntamenti, messaggi tutti molto eloquenti tipo: “arrivo, chiamami, vengo io in piazza, 5 minuti”.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *