Savona. Il sindacato dei Vigili del Fuoco si sente attaccato

Savona. Il sindacato dei Vigili del Fuoco si sente attaccato
Spread the love

Riceviamo e pubblichiamo da Usb – Unione Sindacale di Base Vigili del Fuoco Savona

“Sempre più estreme ed illegittime le posizioni del Dipartimento dei Vigili del Fuoco contro i lavoratori, ma ancor più forte contro il Sindacato che li rappresenta”

<<Attaccare un Sindacato – dicono dal coordinamento Usb Savona – significa zittire i lavoratori, significa escluderli dalla partecipazione e pertanto commettere un reato contro la Costituzione.

Sono vari gli articoli della nostra Carta Costituzionale, (amata nel mondo e calpestata in Italia da quelle figure, spesso apicali/dirigenziali che la calpestano più o meno consapevolmente in nome di obiettivi verticistici ed imposti da direttive regionali/nazionali) che regolano e disciplinano la vita e quindi l’inclusione dei lavoratori/cittadini, gli unici titolati alla sovranità dello stato Italiano.

Premesso ciò – prosegue Usb -, per tornare alla denuncia di attacco al Sindacato, si vuole con la presente ed in nome e per la difesa delle prerogative sindacali, schierarci a favore del Sindacato Autonomo dei Vigili del fuoco Conapo, che allo stato attuale risulta avere una vertenza per la problematica già denunciata anche dalla scrivente e per la quale si sta organizzando uno sciopero poiché rimasta inascoltata dal Dirigente Savonese.

Durante gli stati d’agitazione, l’amministrazione ha l’obbligo di arrestare tutte le attività legate alla vertenza, ma nello specifico, il Sig. Gissi Emanuele, Comandante pro-tempore incurante della legge che disciplina la materia, decide di inviare i futuri autisti obbligati a mansione aggiuntiva ed incurante della contrarietà degli stessi, (alcuni tramite dichiarazioni scritte) a visita medica propedeutica al percorso formativo, come se conoscesse già gli sviluppi e gli esiti della vicenda.

Offriamo pertanto il doveroso supporto al Sindacato Conapo per il più grande fine della tutela delle prerogative sindacali, costantemente attaccate dai datori di lavoro.

Valutiamo – denunciano – ed invitiamo la Conapo ad un’azione congiunta per una denuncia di attività antisindacale come da art. 28 della Legge 300/1970 meglio noto come statuto dei lavoratori.

Auspichiamo – conclude il coordinamento Usb Savona – uno sciopero congiunto, qualora la vertenza si chiuda senza un accordo a tutela del diritto del lavoro, che se così non fosse, significherebbe offrire la spalla all’amministrazione calpestando ulteriormente i diritti dei vigili del fuoco, per la quale l’organizzazione Usb scrivente è normalmente attiva e presente per tutti i lavoratori di base>>.

Della stessa Categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *