Sassello. Vicolo caratteristico nell’ultima domenica di zona arancione

Sassello. Vicolo caratteristico nell’ultima domenica di zona arancione
Spread the love

I cestini per la raccolta indifferenziata, e loro vicinanze, presi per ricettacolo di sborsamenti vari

In una tranquilla domenica, l’ultima poiché è il 25 aprile e da domani Sassello è in zona gialla, una passeggiata nel bel centro storico.

Toh, mi infilo dalla piazza all’omonimo vicoletto Concezione.

Caratteristico, non ricorda un paese ma certe città. Sul fondo, poco prima di entrare nella Contrada Maestra (qui con orgoglio la chiamano così, poiché vi passava in carrozza Bianchinetta Doria per salire al castello), l’orrore.

Specie per un paese che è stato feudo imperiale e che oggi vanta un buon turismo. Sì, anche in pandemia ha saputo resistere con dignità.

Cinque borse (o buste) di plastica e tre borsoni. Tutte contenenti vetro, plastica, carta, rumenta varia. “Depositate” malamente tra una panchina e un cestino.

sassello raccolta differenziata

L’eroe che le ha lasciate non era certo di passaggio dopo una scampagnata sulla via del sale. Certamente un aborigeno con casa di proprietà o in affitto.

Quindi un qualcuno che sa quanto Sassello attui la raccolta differenziata. Discutibile magari in qualche dettaglio, ma pur sempre civile e moderna.

E’ evidente che i cestini di metallo sparsi per il paese sono contenitori di raccolta indifferenziata per piccoli depositi. Per tutto il resto occorre attenersi alle disposizioni comunali, ben descritte qui con tanto di eventuali contatti per chi ignora.

Ciascuno a casa sua può comportarsi come sa. Mentre nel bene pubblico esiste un senso civico condiviso.

Spero che dalle borse si sia risaliti ad identificare il conferènte, così come già avvenuto nella scorsa estate (vedi articolo RN).

 

G. D.

2 pensieri su “Sassello. Vicolo caratteristico nell’ultima domenica di zona arancione

  1. Non c’è solo immondizia abbandonata per terra nel vicoletto Concezione. Basta alzare gli occhi e si vedono ragnatele di anni pendere dal soffitto delle arcate. Peccato… come si legge nell’articolo il turismo è importante per Sassello ma un borgo pulito e ben tenuto è importante per tutti sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *