Mugugno facile! (Auto)strade Liguria, almeno togliete il pedaggio

Mugugno facile! (Auto)strade Liguria, almeno togliete il pedaggio
Spread the love

Continue chiusure, cambi corsie, code, incidenti… morti. Mugugni!

Si fa un gran parlare della Riviera del Levante e dei disservizi sulle autostrade. Giovedì sono capitato sulla Riviera del Ponente e non è da meno.

Cambi di corsia ogni sempre, code, mezzi pesanti che quando li trovi a corsia unica significa viaggiare ai cinquanta, come su di una provinciale qualunque.

Non voglio presentare il bollettino di guerra di queste ultime settimane, dove fra i tanti incidenti si contano, purtroppo, anche dei morti. Basterebbe capire, viste le riaperture governative e l’imminente stagione estiva, cosa ci attenderà.

Leggiamo qualche bollettino.

Da Autostrade: “A10 Genova-Savona: chiusura area di servizio San Cristoforo Nord dalle 6 del 17 maggio alle 6 del 22 maggio per consentire attività di ispezione e manutenzione delle gallerie, sarà necessario installare una deviazione di carreggiata nel tratto compreso tra Albisola e Savona. Per tale motivo, l’area di servizio “San Cristoforo nord”, situata nel suddetto tratto, in direzione di Savona, non sarà accessibile”.

Da assessore regionale Giampedrone: “Per quanto riguarda il viadotto autostradale Valle Ragone sull’autostrada A12 tra Sestri Levante e Lavagna, interessato da 48 ore da una limitazione per i mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate, l’obiettivo condiviso è di ripristinare la normale viabilità a partire dal pomeriggio di domenica 16 maggio”.

E ancora: “Nel corso della riunione di oggi le società concessionarie hanno confermato l’alleggerimento di tutti i cantieri per tutti i fine settimana fino al 15 giugno. Su tutto il resto della rete ligure – prosegue Giampedrone – sono confermati i cantieri già programmati durante la settimana, con un alleggerimento dalle 14 del venerdì fino al lunedì mattina alle 6, oppure alle 10 sulla riviera di ponente”.

“Ovviamente l’ipotesi di ripristinare alcuni cantieri durante il periodo estivo – conclude Giampedrone – dovrà riguardare quelli assolutamente prioritari e più urgenti, con la necessità imprescindibile di trovare soluzioni che impattino il meno possibile sul traffico, in un periodo strategico per l’economia e il turismo di questa regione e con lo scopo di non aggravare eccessivamente le successive fase di cantierizzazione dal mese di ottobre”.

Che tradotto significa: ne avremo per tutta l’estate (e oltre!). Non facciamoci illusioni.

Bene, cioè male, allora se dovremo utilizzare autostrade come strade provinciali sia tolto il pedaggio.

E, visto che si parla tanto di rilancio del turismo, chissà che qualcuno non cambi mare.

Povera Liguria: (auto)strade che cadono a pezzi, Aurelia ingolfata senza alternative, treni ad un binario… e poi dicono che abbiamo il mugugno facile!

 

G. D.

Code e disagi nel weekend sulle autostrade della Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *