Sassello. Nuova ordinanza su mascherine e prevenzione Covid-19

Sassello. Nuova ordinanza su mascherine e prevenzione Covid-19
Spread the love

Ancora una proroga dei dispositivi anti contagio

L’ultima ordinanza firmata dal sindaco di Sassello riporta il titolo “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, proroga termini ordinanza sindacale 58/2020 per l’utilizzo obbligatorio delle mascherine o altri sistemi di protezione della bocca o del naso”.

<<L’andamento del trend nazionale e regionale dei contagi da Covid 19 – scrive il sindaco Daniele Buschiazzo – rende opportuno un adeguamento delle misure di prevenzione della possibile diffusione del contagio da Covid 19>>.

Pertanto da domani 1° settembre fino al 30 settembre sarà obbligatorio avere sempre con sé la mascherina, inoltre l’ordinanza prevede:

  • L’utilizzo della mascherina rimane obbligatorio sui mezzi di trasporto pubblici, all’interno del Centro Storico e di Piazza Rolla, nei parchi giochi, nei luoghi aperti adibiti a mercato o fiera, nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, quali, a titolo esemplificativo, le attività commerciali, i pubblici esercizi, gli uffici pubblici e nelle relative file che possono generarsi all’esterno;
  • Nei luoghi all’aperto, comprese le aree giochi, rimane obbligatorio l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (mascherine), quando non sia possibile garantire il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 2 metri da persone non conviventi;
  • L’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (mascherine), rimane, comunque, fortemente raccomandato nelle aree al di fuori della proprietà privata;
  • Sono esclusi ai sensi dell’art. 3 del D.P.C.M. 11 giugno 2020 i bambini al di sotto dei sei anni ed i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti;
  • Possono essere utilizzate a tal fine mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, o altri sistemi di protezione della bocca e del naso quali sciarpe foulard e simili qualora non sia stato possibile reperirle, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano confort e respirabilità, forma e aderenza adeguata che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso; L’utilizzo della mascherina di comunità si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie.

In caso di mancato rispetto delle prescrizioni saranno applicate sanzioni amministrative pecuniarie da 50 euro a 100 euro, sempre che il fatto non costituisca reato più grave.

 

(nella foto: carabinieri in congedo durante la Fiera del 29 agosto mentre controllano il rispetto dei protocolli anti Covid-19)

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *