Autostrade liguri, incontro al Mit: i lavori fino a giugno

Autostrade liguri, incontro al Mit: i lavori fino a giugno
Spread the love

Programmati interventi di manutenzione e ammodernamento della rete. Benveduti: “Chiesto coinvolgimento categorie nella pianificazione”

Le attività più complesse vengono concentrate fino a marzo, nel periodo a minor traffico anche per le restrizioni anti-Covid. Il piano presentato prevede che entro giugno siano ultimati i principali interventi nelle gallerie della cerchia cittadina.

Flussi di traffico monitorati costantemente per valutare interventi di agevolazione del pedaggio in caso di particolari criticità viabilistiche. Prosegue il tavolo di coordinamento con tutte le istituzioni e gli enti interessati istituito presso la Prefettura di Genova.

Si è tenuta ieri una riunione di aggiornamento dello stato di programmazione degli interventi per il potenziamento e l’ammodernamento della rete ligure, anche ai fini di garantire la massima sicurezza dell’infrastruttura. All’incontro, organizzato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, hanno partecipato i tecnici di Autostrade per l’Italia, i rappresentanti della Giunta della Regione Liguria e degli altri enti territoriali.

Nel corso del nuovo appuntamento, è stato fatto il punto sullo stato delle attività eseguite finora e sono state delineate le priorità di cantierizzazione fino al prossimo giugno. In particolare, si è deciso di sfruttare il più possibile l’attuale fase di traffico ridotto, tipico del periodo e ulteriormente condizionato dalle restrizioni anti-Covid, avviando subito gli interventi di maggior complessità localizzati nelle gallerie dell’area genovese. A partire dal prossimo giugno saranno invece eseguiti i lavori previsti per le aree più esterne e meno interessate dal traffico estivo, così da liberare la zona cittadina dai relativi riflessi sulla viabilità.

Questi, in particolare, i principali cantieri che saranno prossimamente avviati:

  • A10, Galleria Voltri sinistra. Visto il particolare posizionamento della galleria, situata all’incrocio tra A26 e A10, non è possibile installare scambi di carreggiata. Pertanto, i cantieri verranno attivati da lunedì 25 gennaio soltanto in orario notturno.
  • Allacciamento A7/A12, Galleria Rivarolo 2 e Rivarolo 3°. I lavori nelle due gallerie, posizionate sullo snodo di collegamento tra le due autostrade, verranno eseguiti tramite cantierizzazioni permanenti, a partire dal prossimo 26 gennaio. Per consentire gli interventi, verranno chiusi per la Rivarolo 2 l’allacciamento A12 Ovest/A7 Sud e per la Rivarolo 3 l’allacciamento A7 Sud/A12 Est.
  • A7, Galleria Monte Galletto sinistra. Dopo gli interventi della scorsa estate, viene attivata una seconda fase di manutenzione approfondita, a partire dal prossimo 15 febbraio, chiudendo l’allacciamento A12/A7 Nord.

Contemporaneamente, verranno svolti anche i lavori già annunciati sulle barriere di sicurezza, così da concentrare entrambe le attività manutentive in un’unica chiusura della tratta.

Nelle tratte dove sarà tecnicamente possibile, i lavori saranno svolti h24 7 giorni su 7, concentrando il maggior numero possibile di maestranze. Sarà pubblicato su tutti i canali di informazioni di Aspi (il sito ufficiale www.autostrade.it  il canale Telegram “Autostrade per l’Italia-Liguria, il network radiofonico e televisivo di Mywa-Way) un “bollettino” con la pianificazione settimanale dei cantieri e delle percorrenze alternative. Ogni giorno, con cadenza periodica, verrà inoltre comunicato tramite Telegram l’aggiornamento della viabilità in tempo reale, così da consentire all’utenza di essere informata sullo stato del traffico sulle singole tratte.

Autostrade per l’Italia, fin dall’inizio delle lavorazioni, monitorerà con la massima attenzione l’andamento dei flussi di traffico, coordinandosi con tutte le istituzioni e gli enti interessati nell’ambito del tavolo permanente aperto presso la Prefettura di Genova.

Nel caso in cui si verificassero situazioni di particolare e ricorrente disagio nelle percorrenze, la società, di concerto con il Mit e le istituzioni territoriali interessate, valuterà l’attivazione di agevolazioni o esenzioni dal pedaggio. Le attività saranno sospese nel periodo delle festività pasquali.

Percorsi alternativi

  • A10, Galleria Voltri sinistra: chi dalla A10 è diretto verso Genova dovrà uscire alla stazione di Arenzano e proseguire sulla viabilità ordinaria SS1 Aurelia fino alla Stazione di Pra’ dove potrà riprendere l’autostrada A10.
  • Allacciamento A7/A12, Galleria Rivarolo 2: chi dalla A12 è diretto verso Genova Ovest/A10 viene obbligatoriamente deviato in A7 (direzione Milano) dove sarà possibile uscire e rientrare a Genova Bolzaneto, per poi riprendere la A7 in direzione Genova. Ai soli veicoli leggeri si consiglia di uscire a Genova Est. In alternativa, uscendo a Genova Bolzaneto, si potrà percorrere la viabilità ordinaria per raggiungere Genova Ovest o Genova aeroporto.
  • Allacciamento A7/A12 Rivarolo 3A: dalla A7 (direzione Genova) verso la A12, direzione Livorno, sarà possibile uscire e rientrare alla barriera di Genova Ovest, per poi riprendere la A7 in direzione Nord e proseguire verso la A12.
  • A7, Galleria Monte Galletto sinistra: per chi proviene dalla A12 ed è diretto verso la A7 (direzione Milano) potrà percorrere l’allacciamento A7 Sud/A12 Est, in direzione opposta, poi la A7 in direzione Milano, rientrando in carreggiata Nord prima di Genova Bolzaneto. Entrando alla barriera di Genova Ovest, per raggiungere Milano si consiglia di seguire la A10 per poi prendere la A26. In alternativa sarà possibile utilizzare la viabilità ordinaria per raggiungere Genova-Bolzaneto. Infine, dalla A7 direzione Genova verso la A12 direzione Livorno sarà possibile uscire e rientrare a Genova Ovest per poi riprendere la A7 in direzione Nord.

Mezzi pesanti in uscita dal Porto di Genova:

Al fine di limitare il numero dei mezzi pesanti in transito lungo il tratto di A7 compreso tra GE Ovest e GE Bolzaneto in direzione Milano, si consigliano (tramite apposita segnaletica installata) i seguenti percorsi alternativi.

  • Percorso 1: dal varco San Benigno (Punto A), in condizioni ordinarie il traffico defluirà direttamente verso la barriera di GE Ovest (in entrata sarà consigliato di seguire la A10 da cui prendere la A26). Solo in caso di blocco in entrata a Genova Ovest (tramite ausilio di pattuglie della Polizia Municipale in corrispondenza del varco) percorrere lungo mare Canepa, strada Guido Rossa, via della Superba, via Benedetti, via Giugno 1960, via San Donà di Piave, via Giacomo Bruzzo, via Sardorella per arrivare al casello di Genova Bolzaneto in A7 (Punto E).
  • Percorso 2: dal varco Etiopia (Punto A) percorrere via Milano, via Balleydier, via Pietro Chiesa, lungo mare Canepa, strada Guido Rossa, via della Superba, via Benedetti, via Giugno 1960, via San Donà di Piave, via Giacomo Bruzzo, via Sardorella per arrivare al casello di Genova Bolzaneto in A7 (Punto E)
  • Percorso 3: dal varco Derna (Punto A) percorrere via della Superba, via Benedetti, via Giugno 1960, via San Donà di Piave, via Giacomo Bruzzo, via Sardorella per arrivare al casello di Genova Bolzaneto in A7 (Punto D). In alternativa percorrendo tutta via della Superba fino alla rotonda di Aeroporto (strada interna ILVA) è possibile raggiungere la stazione di Genova Aeroporto in A10. Il raggiungimento della stazione di Genova Aeroporto in A10 è possibile da tutti e tre i varchi.

Giampedrone: “In Liguria solo per grandi opere serve l’esenzione automatica dal pedaggio sui tratti interessati dai cantieri”

“Il programma di interventi previsti nei prossimi mesi sulla rete autostradale ligure e genovese in particolare rappresenta un unicum a livello nazionale. Per questo è indispensabile che, secondo modalità stabilite tra ministero e Aspi, sia prevista l’esenzione automatica del pedaggio nelle tratte di volta in volta interessate dai cantieri, a partire da quelli che partiranno lunedì prossimo”.

Questa la richiesta avanzata dall’assessore alle Infrastrutture di Regione Liguria Giacomo Giampedrone che ieri, insieme al collega allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti, ha partecipato alla riunione in videoconferenza convocata per fare il punto sul programma di interventi dei prossimi 3 mesi, a partire dal 25 gennaio.

Sono intervenuti i rappresentanti del ministero delle Infrastrutture, di Autostrade per l’Italia, Autorità Portuale, Comune di Genova, Confindustria, Camera di Commercio, Anas (sia ligure che piemontese) e di tutte le categorie portatrici di interesse.

In particolare, secondo quanto illustrato durante la riunione, i cantieri più impattanti a partire da lunedì prossimo riguarderanno:

  • Autostrada A10 nella galleria Voltri sinistra, posta all’incrocio tra le autostrade A26 e A10 senza possibilità di scambio di carreggiata per cui i lavori si svolgeranno in orario notturno con chiusura obbligatoria del tratto Arenzano-Prà in direzione Genova;
  • Autostrada A7 nella galleria Monte Galletto sinistra (a partire dal 15 febbraio) che verrà interessata da interventi in contemporanea con il cantiere già previsto per la sostituzione dei guardrail;
  • Allacciamento A7/A12 gallerie Rivarolo in entrambi i sensi di marcia (a partire dal 26 gennaio). Le due gallerie costituiscono il nodo di collegamento tra la A7 e la A12 e per questo il cantiere avrà un forte impatto sulla circolazione del nodo genovese;
  • Autostrada A12 con una serie di interventi di manutenzione tra Chiavari e Lavagna (1° febbraio-15 marzo) che comporteranno, alternativamente, la chiusura prima del casello di Chiavari e poi di quello di Sestri Levante.

“Dal 2018 la Liguria vive un unicum di interventi a livello nazionale: la gratuità dei pedaggi di pari passo con l’apertura dei cantieri – prosegue Giampedrone – è un elemento imprescindibile, a fronte degli inevitabili disagi che dovremo affrontare per mettere in sicurezza un’infrastruttura su cui per troppo tempo non è stata fatta alcuna manutenzione. Questa richiesta è stata condivisa da tutti gli stakeholders. Un altro punto condiviso ha riguardato la necessità di una comunicazione molto più capillare, fortemente anticipata e puntuale da parte del concessionario per garantire a cittadini, operatori economici e a chiunque transiti sulla rete di poter programmare e pianificare adeguatamente il proprio viaggio”.

“Questi lavori – prosegue Giampedrone –vengono realizzati in una fase in cui son ancora vigenti le limitazioni alla mobilità interregionale a causa dell’emergenza Covid: l’obiettivo è arrivare a fine maggio avendo concluso i cantieri più impattanti in modo che la rete autostradale sia il più possibile percorribile senza disagi, almeno fino a settembre. Abbiamo chiesto anche che durante il prossimo ponte pasquale le tratte siano libere il più possibile”.

“Come concordato la scorsa settimana al ‘Tavolo economico della Logistica’ – aggiunge l’assessore Benveduti – ci siamo fatti portavoce delle categorie economiche nel richiedere un pieno coinvolgimento delle stesse nella pianificazione dei lavori. Pertanto ci aspettiamo che, dopo le parole di apertura ascoltate, si dia un fattivo seguito a questo dialogo, indispensabile a nostro avviso in vista dell’estensione temporale dei cantieri, annunciata quest’oggi. Sempre nell’attesa – conclude – che le nostre imprese vengano adeguatamente risarcite per i danni economici subiti”.

La riunione tornerà ad aggiornarsi mensilmente.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *