Vaccarezza e Olivieri incontrano gli amministratori di Stella e Sassello

Vaccarezza e Olivieri incontrano gli amministratori di Stella e Sassello
Spread the love

Giornata nell’entroterra per il consigliere regionale ed il presidente della Provincia

Angelo Vaccarezza, consigliere regionale, e Pierangelo Olivieri, presidente della Provincia di Savona, oggi hanno fatto visita agli amministratori di Stella e Sassello

A Stella si sono incontrati con il sindaco Andrea Castellini e al consigliere comunale Sergio Cheli. Oggetto della visita il progetto la costruzione di una rotatoria e di un tunnel che l’amministrazione ha predisposto.

Insieme ai tecnici e provinciali hanno fatto un sopralluogo in località Colletto, il sito oggetto del possibile intervento già stato sottoposto all’attenzione di Anas. La nuova infrastruttura sarebbe la soluzione per veicolare, appena prima della frazione di S. Giovanni, il transito dei mezzi pesanti diretti alla strada provinciale 2 in direzione Ellera.

Vaccarezza con Cheli Castellini Olivieri a Stella

La giornata dei due politici è poi proseguita a Sassello dove hanno incontrato il vicesindaco Lia Zunino e il consigliere comunale Marco Dabove, attuale capogruppo di maggioranza e candidato sindaco alle elezioni comunali del 14 e 15 maggio.

Sugli incontri di Stella e Sassello il consigliere Vaccarezza ha commentato: <<Il nostro entroterra ha bisogno di attenzione e tutela costanti, che devono necessariamente essere compatibili con una progettualità e un’attenta visione del futuro.

Un’occasione, quella di oggi, anche per rinnovare il mio sostegno a Lia Zunino che si candiderà nella lista a sostegno di Marco. Lia, da sempre impegnata e presente per il territorio, con la sua grande esperienza e preparazione, darà un grandissimo contributo alla squadra che si è formata: il valore aggiunto di un gruppo eterogeneo, compatto, unito, per Sassello.

Marco è un ragazzo giovane con le idee molto chiare; sa cosa vuol fare e come farlo. Le sue idee hanno come denominatore comune il confronto, che sia costruttivo e improntato sul dialogo costante – ha concluso ->>.

 

G. D.