Via al nuovo dpcm 3 novembre. Liguria in zona arancione chiusi bar, ristoranti, aperti parrucchieri

Via al nuovo dpcm 3 novembre. Liguria in zona arancione chiusi bar, ristoranti, aperti parrucchieri
Spread the love

Ultima ora Liguria in zona gialla, bar e ristoranti aperti

Se, invece, la Liguria sarà inserita in zona rossa sarà lockdown totale salvo alimenti e bevande

Le disposizioni per tutta Italia in attesa delle zone

Ciò che si può fare nelle zone arancione e rosse


Nell’ora fatale a Cenerentola il premier Conte firma il nuovo decreto. I tempi si sono allungati sotto la pressione delle Regioni che però non hanno avuto grande considerazione per le loro richieste.

Il dpcm sarà pubblicato oggi con decorrenza dal 5 novembre e sarà valido fino al 3 dicembre. E si conoscerà la classificazione delle zone da cui dipenderanno ulteriori limitazioni.

Il primo provvedimento riguarda il tanto temuto coprifuoco, sì, vale per tutta Italia dalle 22 alle 5 di ogni giorno. Quindi in quelle ore spostamenti con autodichiarazione ma solo per motivi lavorativi e di salute. Fortemente raccomandato il non spostarsi, specie sugli autobus.

Le chiusure varieranno da Regione a Regione secondo l’andamento del contagio. Nella zona rossa (alto rischio) troviamo Lombardia, Piemonte, Campania (?), Calabria, Alto Adige e Valle d’Aosta.

In quella arancione (intermedio) Puglia, Liguria (?), Veneto (?).

Tutte le altre regioni saranno nella zona verde.

Parrucchieri resteranno aperti in ogni zona, mentre per le altre attività dipenderà dalla zona. Se la Liguria si troverà in zona arancione saranno chiusi bar e ristoranti, se in quella rossa resteranno aperti solo alimenti e bevande.

Non resta che attendere la pubblicazione della Gazzetta Ufficiale e la specifica delle zone.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *