Variante Inglese del Covid, cosa ne pensa l’infettivologo Matteo Bassetti?

Variante Inglese del Covid, cosa ne pensa l’infettivologo Matteo Bassetti?
Spread the love

“Stiamo calmi: non siamo di fronte a un virus nuovo, ma allo stesso virus lievemente mutato e forse più diffusivo. I vaccini funzionano anche su questa variante”

Approfondimenti sul prof. Bassetti

<<Ieri ho detto che la variante inglese o altre mutazioni simili probabilmente erano già circolanti in molti altri paesi, inclusa l’Italia – spiega così l’ultima novità il prof. Matteo Bassetti, direttore della clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova -.

Ieri sera è arrivata conferma che la stessa variante di SarsCoV-2 è stata trovata anche in Italia. Quindi fermare i voli da e per l’Inghilterra sembra simile a quello che si fece nell’inverno scorso con la Cina. Il virus era già qui tra noi e noi lo cercavamo nei signori con gli occhi a mandorla.

Guardiamo in casa nostra – prosegue l’infettivologo – dove abbiamo validissimi esperti di microbiologia, virologia e genomica e mettiamoli nelle condizioni di lavorare al meglio e di essere ascoltati da chi decide. Per qualcuno, quello che fanno all’estero è sempre più giusto e intelligente di quello che facciamo da noi.

Sono state numerosi le pubblicazioni scientifiche che hanno documentato vari tipi di mutazioni del SarsCoV-2, senza che ci sia stata tutta l’enfasi delle ultime 24 ore. Stiamo calmi: non siamo di fronte a un virus nuovo, ma allo stesso virus lievemente mutato e forse più diffusivo. I vaccini funzionano anche su questa variante.

Troppo rumore – conclude -. Troppo. Troppo. Cacofonico e da non ascoltare>>.

 

G. D.

Un pensiero su “Variante Inglese del Covid, cosa ne pensa l’infettivologo Matteo Bassetti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *