19enne ai domiciliari trasforma la casa in negozio di spaccio

19enne ai domiciliari trasforma la casa in negozio di spaccio
Spread the love

La Polizia di Stato arresta il giovane in via Priaruggia dove all’interno di uno scalino condominiale teneva ingenti quantità di droga

I poliziotti del Commissariato Nervi, il 25 febbraio, avevano arrestato un 19enne genovese per possesso di sostanza stupefacente e di un’ingente quantità di esplosivo. Oltre 100 pezzi di “bombe carta” ed altri artifizi pirotecnici, contenenti cadauno oltre 100 grammi di polvere esplosiva.

Per quel reato l’Autorità Giudiziaria aveva disposto i domiciliari nell’abitazione dei genitori, in attesa di processo.

Giovedì il giovane ci è ricascato e gli stessi agenti lo hanno arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio e per il reato di evasione.

Infatti, negli ultimi giorni, sono arrivate al Commissariato numerose segnalazioni circa un presunto riavvio dell’attività di spaccio ad opera del giovane. Nel “rispetto” dei domiciliari ha trasformato la casa dei genitori in luogo di spaccio e il continuo andirivieni dalla casa al terrazzo condominiale, non è passato inosservato.

nascondeva la droga nello scalino

Un sopraluogo degli agenti sul terrazzo ha fatto scoprire un sacchetto di cellophane nascosto all’interno di uno scalino (nella foto). Il contenuto è inequivocabile:

  • tre involucri di hashish (oltre 100 grammi),
  • uno di ketamina (circa 10 grammi),
  • uno di cocaina (circa 7 grammi).

Non potendone attribuire la disponibilità al giovane, i poliziotti si sono appostati nel vano serbatoi, così da poter osservare chi si fosse recato a prelevare il sacchetto.

Dopo un paio di ore, il giovane ha fatto ingresso sul terrazzo, ha spostato le mattonelle dello scalino dove era nascosto lo stupefacente. Aperta la porta, il 19enne ha tentato la fuga ma è stato subito bloccato e arrestato.

Sarà giudicato con rito direttissimo.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *