Genova brevi. Strappa catenina-Rissa al Baretto Genova-Incendia auto

Genova brevi. Strappa catenina-Rissa al Baretto Genova-Incendia auto
Spread the love

Tre interventi della Polizia di Stato di Genova

Ruba la catenina ad un uomo in bicicletta. Arrestato per furto – Via Erzelli, ore 03.30

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 23enne marocchino per furto con strappo, denunciandolo anche per rifiuto di fornire le proprie generalità.

Ieri pomeriggio il giovane, insieme ad un complice, ha fermato un uomo che si stava recando al lavoro in bicicletta e fingendo di chiedere un’informazione gli ha strappato la collanina d’oro dal collo.

I malviventi sono fuggiti in direzioni opposte e il derubato si è messo all’inseguimento del 23enne riuscendo nel contempo a chiamare il 112 Nue. Sempre in collegamento con la sala operativa, non ha mai perso di vista il fuggitivo che è stato infine individuato e bloccato da una volante dell’Upg in via dell’Acciaio.

Il ragazzo è stato associato alle camere di sicurezza in attesa della direttissima. Sono in corso indagini per l’identificazione del complice.

Rissa davanti “al Baretto”. 5 giovani denunciati – Corso Italia, ieri ore 00.40

La Polizia di Stato di Genova ha denunciato la scorsa notte cinque giovani genovesi, di età compresa tra i 18 ed i 23 anni, per il reato di rissa. Tra loro due hanno già precedenti specifici ed uno anche gravato dal Daspo urbano con divieto di accesso ai locali pubblici del centro storico.

Gli agenti di due volanti dell’Upg, a seguito di segnalazione di rissa con due persone gravemente ferite, sono intervenuti nei pressi del locale “al Baretto” notando immediatamente due giovani che si stavano picchiando nei giardini vicino al locale.

A quel punto gli operatori, con non poche difficoltà anche dovute al notevole assembramento di ragazzi, sono riusciti a separare i due contendenti che presentavano vistose ferite.

Durante l’identificazione e l’accompagnamento al pronto soccorso, un terzo giovane di 20 anni, poi denunciato anche per oltraggio, si è rivolto agli operatori con fare agitato proferendo frasi offensive cercando di ostacolare il loro operato.

Successivamente dopo aver fatto salire in macchina il 20enne, gli agenti hanno individuato altri due feriti che erano già stati medicati da personale sanitario i quali hanno riferito di conoscere i loro aggressori.

La lite, scoppiata per futili motivi, si era consumata all’interno del dehors del bar dove erano stati aggrediti e colpiti con delle bottiglie di vetro.

Tutti i cinque i giovani sono stati denunciati per rissa.

Da fuoco ad un’auto e si filma. Denunciato – Chiavari, ieri

La Polizia di Stato di Genova ha denunciato ieri sera un rumeno di 32 anni, senza fissa dimora e con precedenti di Polizia, per il reato di danneggiamento a seguito di incendio.

Un cittadino ha allertato i soccorsi dopo aver notato un fumo consistente provenire dal bagagliaio di un’auto usata, probabilmente come ricovero per la notte. In prossimità dell’autovettura ha visto un uomo che riprendeva la scena e si allontanava solo all’avvicinarsi delle sirene.

Gli agenti del Commissariato di Chiavari intervenuti immediatamente sul posto, dopo aver constatato che i Vigili del Fuoco avevano già provveduto a domare le fiamme, hanno iniziato le ricerche del piromane.

Lo hanno trovato all’interno di un locale a Chiavari mentre stava ancora effettuando un video su un social network.

Gli agenti a quel punto hanno visionato il contenuto del suo cellulare scoprendo che vi erano due video: nel primo il 32enne, mentre inquadra il bagagliaio della macchina con il fuoco appena appiccato, invita tutti ad entrare sul social Facebook per seguire la diretta mentre nel secondo l’uomo inquadra la vettura ormai avvolta dalle fiamme per poi urlare: “l’ho bruciato!”.

 

G. D.

Savona. 32enne furto con strappo e tentata rapina ma viene preso, arrestato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *