Va in Questura per il permesso di soggiorno ma risulta condannato per violenza sessuale

Va in Questura per il permesso di soggiorno ma risulta condannato per violenza sessuale
Spread the love

Evasione e ordini di carcerazione, la Polizia di Stato di Genova arresta 4 persone

Genova arresti – La Polizia di Stato di Genova ha arrestato, in diverse situazioni, tre uomini ricercati e uno ristretto agli arresti domiciliari.

Questura, venerdì ore 11

Venerdì mattina gli agenti dell’Upgsp hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso nel 2021 dalla Procura della Repubblica di Genova nei confronti di un 38enne.

L’uomo si era recato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura per richiedere il rilascio del permesso di soggiorno, ma da accertamenti effettuati dagli agenti in servizio è risultato a suo carico un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti a seguito di condanna per reati contro il patrimonio, porto di armi comuni e clandestine, violenza sessuale e sequestro di persona.

L’uomo è stato condotto presso il carcere di Marassi dove dovrà scontare 2 anni, 6 mesi e 11 giorni di reclusione.

Via Manuzio, sabato 

Sabato pomeriggio anche i poliziotti del Commissariato di San Fruttuoso hanno eseguito un ordine di carcerazione, questa volta a carico di un 60enne rintracciato nel proprio appartamento subito dopo l’emissione del provvedimento da parte della Corte d’Appello di Genova.

L’uomo, condannato per reati inerenti gli stupefacenti, dovrà scontare al carcere di Marassi 6 anni e 6 mesi di reclusione e pagare 32.000 euro di multa.

Via Buranello, ore 10.30

Ieri mattina e i poliziotti del Commissariato Cornigliano hanno condotto un 41enne, trovato dagli agenti a passeggio in via Buranello, al carcere di Marassi in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso nell’aprile del 2022 dal Tribunale di Genova.

L’uomo deve scontare 3anni e 2 mesi di reclusione a seguito di condanna per circonvenzione di incapace.

Via Avio, ore 18.50

Sempre in zona Sampierdarena, ieri sera gli agenti dell’Upgsp in transito con la volante hanno notato un soggetto che, vedendoli, ha cambiato subito direzione. I poliziotti insospettiti lo hanno fermato e da accertamenti hanno appurato che l’uomo, un 40enne, risultava sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro la persona e il patrimonio, spaccio di stupefacenti ed evasione.

Non avendo nessuna ragione che giustificasse l’assenza dal luogo di detenzione è stato arrestato e verrà sottoposto alla direttissima in mattina, fatta salva la presunzione di innocenza.

 

G. D.