Adescava minorenni sui social, 46enne in carcere, condannato a 1 anno e 8 mesi

Adescava minorenni sui social, 46enne in carcere, condannato a 1 anno e 8 mesi
Spread the love

Imperia, deteneva anche materiale pedopornografico. Sospensione temporanea attività Ufficio Immigrazione

La Polizia di Stato di Imperia, nella serata di ieri, ha condotto in carcere un cittadino italiano di 46 anni, destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Corte d’Appello di Genova per l’espiazione della pena di un anno e otto mesi di reclusione che lo riconosce colpevole dei reati continuati di adescamento di minorenni, nonché del tentativo del medesimo reato e della detenzione di materiale pornografico, commessi nel comune di Imperia tra i mesi di gennaio 2013 e di dicembre 2014.

L’attività investigativa era stata avviata nel dicembre 2014, in seguito alla denuncia sporta da un genitore di una delle minori che, tramite social network, era stata adescata da una persona che le chiedeva scambi di contatti esplicitamente di natura sessuale.

L’indagine di Polizia Giudiziaria consentiva di identificare l’autore e quindi di appurare che questi, con atti esecutivi di un medesimo disegno criminoso, contattava ripetutamente minori infraquattordicenni tramite social network tra cui la nota piattaforma “Facebook”, adescandoli nel tentativo di proporre loro il compimento di atti sessuali.

L’uomo, inoltre si procurava e deteneva, sui propri sistemi informatici, materiale pornografico realizzato utilizzando minori degli anni diciotto.

Immediatamente rintracciato dalla locale Squadra Mobile è stato condotto nell’Istituto Penitenziario di Sanremo (IM).

 

Sospensione temporanea attività Ufficio Immigrazione

La Questura comunica dal 10 marzo, fino a nuove disposizioni, la chiusura degli sportelli dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Imperia e dei Commissariati di P.S. di Sanremo e Ventimiglia destinati al rilascio ed al rinnovo dei permessi di soggiorno.

Sono invece assicurate le attività relative all’espulsione degli stranieri irregolari e quelle connesse alla ricezione della manifestazione di volontà di richiedere protezione internazionale.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.