Decreto anticoronavirus. Non rinunciano alla movida genovese, 12 denunciati (una 18enne savonese)

Decreto anticoronavirus. Non rinunciano alla movida genovese, 12 denunciati (una 18enne savonese)
Spread the love

La Questura di Genova durante vari controlli ieri ha sanzionato per inosservanza al decreto Conte

Questi alcuni casi:

1°: una volante del Commissariato San Fruttuoso è intervenuta, poco dopo le 23, in Via Edera a seguito della segnalazione di alcuni residenti che hanno visto sei giovani intenti a bere, fumare, ascoltare musica e giocare a pallone in un campetto del quartiere, senza alcun riguardo per le norme anti coronavirus. I ragazzi, cinque uomini e una donna, tutti genovesi di età compresa tra 18 e 21 anni, sono stati denunciati poiché, senza un valido motivo, erano tutti lontani dalla propria residenza.

2°: questa notte alle ore 2, l’attenzione di una volante dell’Upg e Sp è stata attirata da una autovettura con cinque giovani a bordo; una minorenne genovese, una 18enne di Savona e tre genovesi di età compresa tra 17 e 22 anni. I ragazzi hanno cercato di giustificare la loro presenza dicendo di essere andati a mangiare una pizza in un locale di Boccadasse. Gli agenti a quel punto, dopo aver constato che i giovani si trovavano lontano dal luogo di residenza (la 18enne addirittura fuori provincia) li hanno denunciati per inosservanza al decreto 9 marzo.

3°: un genovese 46enne pizzicato, alle 2 del mattino in Via San Fruttuoso, “a spasso” lontano dalla propria abitazione. Dapprima, l’uomo ha esibito un’autocertificazione senza data per poi “provarci” con lo scontrino fiscale di un supermercato recante la data del 13 marzo alle ore 18.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.