Commerciante chiuso in una stanza da 5 donne e minacciato con coltelli, denunciati una 34enne e un 40enne

Commerciante chiuso in una stanza da 5 donne e minacciato con coltelli, denunciati una 34enne e un 40enne
Spread the love

Basso Piemonte. Carabinieri di Ticineto svettano una rapina concordata su Facebook

Al termine di approfondite indagini, avviate in seguito alla denuncia presentata da un commerciante del monferrino, i Carabinieri della Stazione di Ticineto hanno denunciato in stato di libertà, per rapina impropria in concorso, una 34enne ed un 40enne della provincia di Pavia, entrambi con precedenti di polizia.

La rapina si sarebbe consumata all’inizio del mese di maggio, dopo che il titolare della ditta monferrina poneva in vendita sul suo profilo Facebook due set da giardino per il valore di circa 800 euro. Il commerciante veniva contattato dalla donna che ordinava i due set e chiedeva che venissero consegnati presso la propria abitazione di Gambolò.

Come da accordi, il commerciante si recava presso l’indirizzo segnalato, dove ad attenderlo c’era la 34enne. La merce veniva scaricata all’interno della proprietà e subito dopo arrivavano una decina di persone tra uomini, donne e bambini che iniziavano ad aprire i pacchi e a sedersi sui divani.

Ultimata l’attività di scarico dei set da giardino, il commerciante veniva invitato all’interno di una stanza di fronte all’abitazione principale per essere pagato. Appena entrato, la 34enne si faceva accompagnare da cinque donne che chiudevano la porta. Nel frattempo, nella stanza si presentava anche il 40enne.

Ad un certo punto, sia l’uomo che la donna impugnavano dei grossi coltelli e minacciavano il commerciante, intimandogli di andare via, dicendogli che non l’avrebbero pagato. Il commerciante, viste le pesanti minacce, si vedeva costretto a lasciare l’abitazione senza essere pagato.

Dagli accertamenti effettuati si è risaliti all’identità dei due principali autori della rapina, che sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria.

 

G. D.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *