Genova cronaca breve: vandali, preso ricercato internazionale, ubriaco col coltello, beccato in stazione

Genova cronaca breve: vandali, preso ricercato internazionale, ubriaco col coltello, beccato in stazione
Spread the love

Un fine settimana con arresti e denunce

Vandalismi in città: un arrestato – Via Gozzano, ore 21

Ieri sera i poliziotti dell’Upg e del commissariato Cornigliano hanno arrestato un 23enne italiano per resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, sanzionandolo anche per oltraggio, rifiuto di declinare le generalità e per la violazione della normativa “anticovid”. Un altro 21enne che si trovava con lui è stato sanzionato per atti contrari alla pubblica decenza.

I due giovani sono stati segnalati da alcuni residenti mentre alzavano i tombini di via Gozzano e rovesciavano i bidoni della spazzatura, spargendone il contenuto sul manto stradale. Grazie all’accurata descrizione fornita dai cittadini, i due sono stati rintracciati in via Cantore mentre camminavano in evidente stato d’alterazione prendendo a calci tutto ciò che trovavano lungo la strada.

Immediatamente fermati, i due hanno assunto un atteggiamento ostile gridando e cercando di riprendere la scena con i cellulari, minacciando gli operatori di divulgare sui social i filmati in cui, secondo loro, si potevano vedere gli abusi che stavano subendo.

Il 23enne, in particolare, ha opposto una violenta resistenza, sferrando calci e pugni nei confronti dei poliziotti, uno dei quali ha riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni. Anche negli uffici della Questura ha continuato a mantenere un comportamento aggressivo, offendendo i poliziotti, rifiutandosi di declinare le generalità e di indossare la mascherina, nonché dichiarandosi positivo al Covid e sputando in faccia ai presenti.

Il 21enne, invece, mentre si trovava al di fuori della Questura, ha orinato sopra le auto con i colori d’istituto e per questo è stato sanzionato. Sono in corso accertamenti per la valutazione dei danneggiamenti conseguenti agli atti vandalici e la conseguente denuncia.

 

Prenota camera d’albergo a Genova ma è ricercato in tutta Europa. – Piazza Massena, ore 18

I poliziotti delle volanti dell’Upg hanno arrestato un cittadino romeno di 31 anni destinatario di mandato d’arresto europeo. L’uomo, registrando i suoi dati presso una struttura alberghiera della zona, ha fatto scattare l’allarme il sistema “Allertallo” collegato alla sala operativa della Questura.

Gli agenti delle volanti, intervenuti immediatamente, lo hanno trovato ancora in camera. Terminati gli atti di rito è stato accompagnato al carcere di Marassi.

 

Circola ubriaco e con un coltello in auto. Denunciato – Via W. Fillak, ore 00.05 di sabato

I poliziotti del Commissariato Cornigliano hanno denunciato un ecuadoriano di 44anni per guida in stato di ebrezza e porto d’armi od oggetti atti ad offendere. L’uomo è stato inoltre sanzionato per violazione delle norme anti-Covid.

Fermato a bordo della sua auto, non ha saputo giustificare la sua presenza in strada in orario notturno ed è apparso piuttosto confuso e molto agitato. Da accertamenti etilometrici è risultato avere un valore alcolemico nel sangue di 1.15g/l, per questo gli sono stati ritirati patente e libretto di circolazione e il suo veicolo è stato sottoposto a fermo.

Nascosto nella tasca laterale della portiera vi era, inoltre, un coltello di 20cm che è stato sequestrato.

 

Esibisce i documenti di un’altra persona durante un controllo. – Stazione Principe Denunciato dalla Polizia

Un controllo di Polizia, effettuato sabato scorso all’interno della stazione Principe, è stato fatale per un cittadino nigeriano di 21 anni, che ha cercato di sostituirsi ad un’altra persona esibendo ai Poliziotti i documenti di un suo connazionale a cui erano stati sottratti il giorno prima a bordo di un treno regionale diretto in Piemonte.

Sebbene rassomigliante, la fotografia riportata sul passaporto non ha completamente convinto gli Agenti della Polfer e ad un più approfondito controllo, effettuato anche attraverso la rilevazione delle impronte, sono emerse le esatte generalità dello straniero che è stato denunciato per i reati di ricettazione, false attestazioni e sostituzione di persona. I documenti sono stati restituiti al legittimo intestatario.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *