Liguria, Stazioni Sicure un arresto e quattro denunce

Liguria, Stazioni Sicure un arresto e quattro denunce
Spread the love

Si è svolta negli scali ferroviari liguri, l’operazione “Stazioni Sicure” per l’intensificazione dei controlli sui treni e presso le stazioni ferroviarie

Sono stati circa 60 gli operatori della Polfer impegnati nell’operazione, che hanno controllato oltre 500 persone e ispezionato decine di bagagli. Si sono anche avvalsi della collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine e delle unità cinofile messe a disposizione dalla locale Questura.

Nella stazione di Genova Principe, una giovane donna bosniaca, di 23 anni, fermata insieme ad una sua connazionale, è stata arrestata in quanto ricercata dovendo scontare una condanna a 2 anni e 11 mesi di reclusione, ordinanza emessa dal Tribunale di Milano per reati contro il patrimonio.

Durante i controlli, la donna, prima di essere condotta nel carcere di Pontedecimo, è stata anche trovata in possesso di un portafogli che aveva sottratto poco prima ad un’anziana signora di 83 anni, a bordo treno regionale, in concorso con la sua amica.

Per tale episodio sono state entrambe denunciate per furto aggravato ed il portafogli restituito alla legittima proprietaria.

Controllato oltre 500 persone, un arresto e quattro denunce sugli scali liguri 

Sempre a Genova Principe, nella rete dei controlli, è finito un 22enne cittadino italiano di origini egiziane, trovato in possesso di un coltello a scatto di 23 cm ed un anello tirapugni, utilizzati, a suo dire, per difesa personale.

I due oggetti sono stati sequestrati ed il giovane denunciato per porto abusivo di armi.

Stessa sorte è capitata ad un altro cittadino italiano, di 33 anni, residente a Santa Margerita Ligure, pregiudicato e già destinatario dell’Avviso Orale del Questore di Genova, il quale aveva in tasca un coltello a serramanico di cui non ha saputo giustificare il possesso.

l servizi attuati, oltre perseguire attività delittuose, sono stati orientati anche a prevenire situazioni di pericolo per gli utenti delle stazioni liguri, quali attraversamento dei binari, indebita presenza oltre la linea gialla delle banchine, attraversamento di passaggi a livello chiusi o in movimento, che sono di frequente causa di incidenti ferroviari.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *