Calcio e medicina. L’arbitro prof. Matteo Bassetti entra nel settore tecnico dell’Associazione Italiana Arbitri

Calcio e medicina. L’arbitro prof. Matteo Bassetti entra nel settore tecnico dell’Associazione Italiana Arbitri
Spread the love

Bassetti è arrivato ad arbitrare fino alla serie D

La Federazione Italiana Giuoco Calcio – Associazione Italiana Arbitri (Aia) tramite il presidente Marcello Nicchi ha provveduto alla nomina dell’associato Matteo Bassetti, della Sezione di Genova, Componente del Modulo Bio-Medico del Settore Tecnico per la stagione sportiva 2020/2021.

<<Il professor Matteo Bassetti – annuncia Nicchi -, direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, nonché docente ordinario di Malattie Infettive all’Università del capoluogo ligure, è stato nominato Componente del Modulo Bio-Medico del Settore Tecnico per la Stagione Sportiva 2020/2021.

La nomina è stata deliberata dal Comitato Nazionale dell’Aia, considerata la necessità e l’opportunità di integrare il modulo inserendo un associato con elevate competenze scientifiche inerenti la gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il professor Bassetti – continua Nicchi -, docente ordinario di Malattie Infettive all’Università di Genova, vanta un curriculum d’eccellenza che, dal 2011 al 2019, lo ha portato a ricoprire, tra i numerosi incarichi, anche quello di direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Asui di Udine. Dal 1° novembre 2019 è Direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova.

Oltre a quella professionale, Matteo Bassetti vanta anche una carriera nel mondo arbitrale. Nel 1986, all’età di 16 anni, è diventato arbitro effettivo della Sezione di Genova, arrivando ad arbitrare, per quattro Stagioni consecutive, la Serie D.

Inoltre – conclude -, per ben quattro anni, ha dato il suo contributo all’Aia in qualità di membro della Commissione Medica Nazionale>>.

 

Matteo Bassetti duro, querelerò “chi infama la mia famiglia e la mia vita privata”

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *