Green Pass obbligatorio, RedazioneNews ricorda la siringa Vial

Green Pass obbligatorio, RedazioneNews ricorda la siringa Vial
Spread the love

L’opera-totem è dell’artista Jose Antonio Barrientos de Oria e si chiama Vial

E con il green pass reso obbligatorio dal decreto di ieri del Governo, vogliamo ricordare un’opera che si trova a 2300 metri in Alto Adige: Vial, una siringa gigante piantata in un prato della Val di Funes, poco sopra il Rifugio Genova, è stata realizzata dall’artista Jose Antonio Barrientos de Oria a dimostrazione di quanto sia fragile la salute dell’uomo e della terra.

Vaccino rifugio Genova Val di Funes

Fa parte delle opere Smach per la 5^ edizione della biennale internazionale di Land Art delle Dolomiti inaugurata il 10 luglio scorso.

Accanto all’opera Vial è riportato:

<<Una siringa, in scala gigante, è conficcata direttamente nel prato.

L’opera Vial è un totem che racconta, con un’immagine tanto ormai quotidiana quanto perennemente shoccante, un concetto abbastanza semplice e “letterale”: fragile è la situazione di salute dell’essere umano e della terra.

Quest’anno, miliardi di persone saranno vaccinate nel tentativo di superare la pandemia legata al Covid-19 e tornare alla normalità. La siringa è lo strumento eletto per riportarci in vita, ci spaventa e nello stesso tempo ci aiuta.

Vaccino 1 siringa Vial Alto Adige

Può funzionare allo stesso modo quando la malattia riguarda natura e pianeta e vengono compromessi gli equilibri dell’ecosistema estraendo petrolio e materie prime ed iniettando fertilizzanti? In questo ambito i vaccini non saranno d’aiuto.

Il messaggio che l’artista Jose Antonio Barrientos de Oria lancia è quello che la responsabilità non è mai nel dispositivo scelto in sé, ma nell’uso che se ne fa.>>

 

G. D. (foto Daniela Dabove)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *