A Sassello tutto è oltre: la forte legge dello “STRA”

A Sassello tutto è oltre: la forte legge dello “STRA”
Spread the love

Viaggio divertente attraverso il vocabolario sassellese

Sassello oltre – Che Sassello sia stato tanto “feudo imperiale” quanto “città” è noto, così come ben sette ferriere lavoravano in contemporanea dove operavano oltre duemila persone, o addirittura ospitasse decine di notai a testimonianza della vertiginosa economia, o che tra i Signori che si sono succeduti possa “vantare” il Branca Doria citato tristemente dal sommo Dante Alighieri nella sua Divina Commedia.

Ciò che forse è meno noto è una regola non scritta ma tramandata in lingua, forse proprio legata a questa nobile appartenenza dell’ormai millenario paese: la STRAforza dello STRA.

Proponiamo, infatti, una serie di verbi o aggettivi che ben rappresentano questa orgogliosa forza locale:

  • carico di roba è stracariu,
  • trapiantare nell’orto è straciantè,
  • scendere il pendio è straciungè,
  • stanco è stracu,
  • persona leggera è strafalari,
  • fuori misura è strafuimà,
  • trasloco è stram(i)èzu,
  • spago resistente è strafurzìn,
  • vaneggiare è stralabiè,
  • legaccio di cuoio per scarpe è stralarìn,
  • traballare è strambalùn,
  • confusione è stramèsciu,
  • sposta è stramiè,
  • travasa è stramuguè,
  • cambiare di posto è stramzè,
  • ingozzarsi è stranguscè,
  • imperfetto è stranguscià,
  • di fretta e furia è strangusciùn,
  • starnutire è stranuguè
  • ci si stanca è strapazà,
  • male in arnese è strapelà,
  • preghi troppo strapreghè,
  • materasso è strapuncia,
  • materassaio è strapuncè,
  • materassino è strapuncìn,
  • trascinare è strascinè,
  • becchino è strau,
  • sdraiarsi è stravachè,
  • botte per vino è stravina,
  • abito in cattivo stato è strazunà,
  • sotterrare è stra,
  • spostarsi è stramia,
  • oltrepassare è straculè,
  • trasportato dal vento è stracurè,

e infine, visto il periodo:

  • a Sassello non si suda, ma si strasuguà.

Naturalmente per chi ne avrà altri da suggerire provvederemo ad aggiornare l’articolo.

Per chi volesse approfondire, in Biblioteca e Museo Perrando potrà trovare Il Vocabolario Sassellese “G. Romano”, curato in tre volumi dal prof. Giorgio Marrapodi.

 

G. D.