Tre operazioni della Polizia di Stato di Genova: spaccio crack, evasione, violenza sessuale

Tre operazioni della Polizia di Stato di Genova: spaccio crack, evasione, violenza sessuale
Spread the love

Arrestati tre giovani di 22, 30 e 33 anni

Fermato e trovato con 33 pezzi di crack. Arrestato

Genova crack – Mercoledì alle 16 in via Sampierdarena, la Polizia di Stato ha arrestato un 22enne per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

Gli agenti del Commissariato Cornigliano, durante l’attività di controllo del territorio, hanno fermato il giovane, già conosciuto poiché dedito allo spaccio, mentre camminava lungo via Sampierdarena con passo spedito.

Controllato, è stato trovato in possesso di 33 frammenti di sostanza solida, successivamente analizzata e risultata essere derivata dalla cocaina, per un peso complessivo di 4,28 grammi. Sono stati altresì rinvenuti 510 euro in banconote di vario taglio ed un cellulare.

Il giovane è stato accompagnato presso gli uffici della Questura in attesa del rito direttissimo.

Resta salva la presunzione d’innocenza fino a condanna definitiva.

Evade dagli arresti domiciliari e viola il divieto di avvicinamento. Arrestato

Genova evasione – Sempre mercoledì, alle 19 in via Cantore, i poliziotti del Commissariato Cornigliano hanno arrestato un 30enne per il reato di evasione.

L’uomo è stato notato dagli agenti mentre cercava di nascondersi dietro ad una colonna al passaggio della volante ed è stato immediatamente fermato e controllato.

Il giovane, conosciuto alle Forze dell’Ordine essendo sottoposto agli arresti domiciliari senza permesso di uscita in alcun orario nonché al divieto di avvicinamento nei confronti della ex fidanzata che si trova a meno di 100 metri dal luogo in cui è stato fermato, è stato arrestato ed accompagnato presso gli uffici della Questura in attesa del rito direttissimo.

Resta salva la presunzione d’innocenza fino a condanna definitiva.

Violenza sessuale e maltrattamenti commessi ai danni dell’ex fidanzata. Arrestato

Genova violenza – Ieri, gli investigatori della Squadra Mobile hanno arrestato, su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova, un genovese 33enne per i reati di violenza sessuale e maltrattamenti.

Dai fatti, una volante si era presentata presso l’abitazione di una ragazza 25enne, che ancora molto scossa aveva denunciato di essere stata poco prima aggredita dall’ex fidanzato, che oltre ad averle causato evidenti lesioni, aveva commesso a suo danno, e contro la sua volontà, una grave violenza sessuale, il tutto dopo essersi introdotto in casa sua in modo del tutto arbitrario, distruggendole inoltre il proprio cellulare.

Dalle sue dichiarazioni è emersa una triste storia di violenza subìta nel corso dei tre anni di relazione con l’uomo.

In considerazione dei gravi indizi di reato a suo carico, la Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto dal Gip l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Provvedimento eseguito ieri dagli investigatori della terza sezione della Squadra Mobile, dopo aver rintracciato il 33enne nel quartiere di Bolzaneto.

L’uomo si trova ora presso la casa circondariale di Genova Pontedecimo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Resta salva la presunzione di innocenza sino all’eventuale emissione di una sentenza irrevocabile di condanna.

 

G. D.