Coronavirus I rientri della Princess. Proposta Liguria passa in Conferenza regioni

Coronavirus I rientri della Princess. Proposta Liguria passa in Conferenza regioni
Spread the love

“Promotrice estensione best practice a livello nazionale, così migliora sistema paese”

Ieri in Conferenza delle Regioni è stata condivisa la proposta della Liguria presentata dalla vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale sull’estensione della quarantena volontaria a tutti gli adulti che rientrano dalle aree a rischio e non solo agli studenti, come previsto dalle linee guida diffuse dal Dipartimento nazionale di Protezione civile e dal ministero della Salute.

Questa proposta verrà posta all’attenzione del ministero della Salute. <<Sono orgoglioso che sia stata la Liguria ad aver suggerito di estendere questa best practice a livello nazionale – afferma il presidente Toti – per affrontare al meglio l’emergenza Coronavirus. Mi auguro che la nostra proposta, condivisa oggi dalla Conferenza delle Regioni, sia fatta propria anche dal governo per migliorare il sistema Paese>>.

Ad illustrare il protocollo ligure in Conferenza delle Regioni è stata la vicepresidente: <<Voglio ringraziare i nostri specialisti che hanno fin da subito lavorato in squadra, individuando strategie e soluzioni frutto della loro esperienza. Il caso Sanremo è stato un esempio positivo di coordinamento tra gli esperti e di accompagnamento dell’isolamento fiduciario da parte dei medici specialisti e personale sanitario>>.

Nel frattempo il protocollo nazionale va avanti: <<L’Italia ha tenuto sin dall’inizio un approccio ispirato alla massima precauzione – ha affermato il ministro Speranza – continueremo su questa strada. Per questo i voli sono, e restano, sospesi e si mantengono in vigore tutte le misure predisposte che assicurano un livello di sicurezza adeguato rispetto a tutte le valutazioni epidemiologiche. Non abbassiamo la guardia>>.

Tra i temi esaminati dalla task-force le procedure di rientro degli italiani a bordo della nave Diamond Princess, quello dei controlli negli aeroporti, con oltre 135mila passeggeri a cui è stata verificata la temperatura nell’ultima giornata, e la predisposizione negli scali italiani di distributori di gel a base alcolica per l’igiene delle mani.

 

G. D.


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *