Operazioni di carabinieri e polizia a Lerici, Sarzana, Genova, Sanremo, Ventimiglia, Imperia

Operazioni di carabinieri e polizia a Lerici, Sarzana, Genova, Sanremo, Ventimiglia, Imperia
Spread the love

Giornata particolarmente impegnativa per le forze dell’ordine liguri

Lerici Denunciata a piede libero una studentessa per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio

I carabinieri di Lerici, insieme ai colleghi della stazione di Riccò del Golfo, nel corso di una attività anti droga hanno eseguito una perquisizione domiciliare nell’abitazione di una giovane studentessa, ove hanno rinvenuto quasi 30 grammi di droga, tra marijuana e hashish, destinata alla vendita ed al consumo personale, oltre a strumenti vari tra cui due grinder, utensili utilizzati per tritare lo stupefacente e prepararlo quindi per il consumo (nella foto).

Sul mercato locale la droga sequestrata avrebbe fruttato circa 300 euro.

La giovane ragazza è stata denunciata a piede libero alla Procura della Spezia, a cui dovrà rispondere di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

 

Sarzana Maresciallo dei carabinieri libero dal servizio arresta pusher latitante

Nella tarda mattinata di oggi, il maresciallo comandante dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Sarzana, mentre viaggiava a bordo della propria autovettura diretto in caserma per prendere servizio, notava sul ciglio della strada un uomo di nazionalità tunisina, che riconosceva quale soggetto coinvolto in vicende collegate allo spaccio di droga.

Lo straniero, nel giro di pochi minuti, è stato fermato da un equipaggio della Radiomobile fatto prontamente intervenire sul posto dal Comandante. Durante il controllo è emerso che nei confronti dello stesso era pendente un ordine di carcerazione emesso dal Giudice della Spezia, che lo ha condannato a 6 mesi e 20 giorni di reclusione, per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio in relazione a fatti accaduti il 18 marzo 2019 a Vezzano Ligure, e dichiarato pertanto in stato di arresto.

Nel corso della perquisizione personale sul posto i Carabinieri gli hanno trovato addosso una dose di eroina, già confezionata per essere venduta, fatto questo che ha comportato una ulteriore denuncia a piede libero nei suoi confronti per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

Il tunisino, terminate le formalità di rito, è stato trasferito al carcere della Spezia dove dovrà scontare per intero la sua pena.

 

Genova Contrasto allo spaccio di stupefacenti, un arresto

Ieri pomeriggio, la Polizia di Stato ha arrestato un 19enne ghanese per il reato di detenzione di sostanza stupefacente al fine di farne commercio.

A seguito di numerosi esposti di residenti e commercianti per le deterioranti attività di spaccio di via della Maddalena e dintorni, i poliziotti del Commissariato Centro hanno predisposto alcuni servizi straordinari di controllo del territorio.

Nello specifico tra vico Torre San Luca e vico dietro il coro di San Luca, posizione ottimale per darsi alla fuga nei vicoli adiacenti, gli operatori hanno notato il 19enne parlare furtivamente con un 46enne tunisino.

Poco dopo il giovane ghanese, spostandosi di alcuni metri ha recuperato da un anfratto sulla parete un sacchetto in cellophane da cui ha estratto una bustina ceduta al cliente in cambio di una banconota di piccolo taglio.

Gli agenti appostati, dopo aver assistito allo scambio, sono intervenuti sequestrando 18,09 grammi di derivati dalla cannabis e 105 euro in banconote di piccolo taglio.

Il ragazzo, pluripregiudicato, associato presso le locali camere di sicurezza sarà giudicato per direttissima, mentre il 46enne tunisino è stato segnalato amministrativamente.

 

Sanremo Arrestato un ricercato, dovrà scontare 6 mesi per rapina

Nei giorni scorsi, i carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Sanremo hanno tratto in arresto un 45enne marocchino, regolare sul territorio nazionale, in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Imperia che lo aveva condannato in via definitiva a 6 mesi di reclusione per il reato di rapina impropria.

I fatti risalgono all’agosto 2016, quando l’uomo venne sorpreso da una pattuglia della Sezione radiomobile mentre tentava di rubare gli oggetti all’interno di un’auto parcheggiata sul lungomare Italo Calvino, venendo arrestato in flagranza dopo una breve colluttazione.

Processato con rito direttissimo, l’arrestato nel novembre 2019 è stato condannato a 6 mesi di carcere ma, a partire da quella data, si era reso irreperibile facendo perdere le proprie tracce. Due giorni fa la svolta nelle ricerche: gli investigatori della Sezione operativa che da diversi giorni monitoravano il quartiere della “Pigna” hanno riconosciuto il catturando mentre faceva ingresso in una fatiscente abitazione, traendolo in arresto.

L’uomo è stato associato al carcere di Sanremo.

 

Ventimiglia Italiano indagato, sequestrati 50 grammi di hashish

Nell’ambito dell’attività della Polizia di Stato finalizzata al contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia hanno concluso ieri un’indagine nell’entroterra di Vallecrosia.

L’attività si inserisce nella più generale azione di controllo del territorio, con riguardo non solo al centro cittadino ma anche alle zone periferiche della città e ai limitrofi centri abitati.

Un cittadino italiano 40enne, residente nel comune di San Biagio della Cima nella Val Verbone, con precedenti specifici a carico, è stato sottoposto a perquisizione personale e domiciliare.

L’esito della perquisizione è stato positivo. All’interno dell’abitazione i poliziotti hanno rinvenuto circa 50 grammi di hashish, accuratamente nascosti all’interno di una pila di documenti nella libreria del salotto, una bilancia di precisione e un coltello con tracce di droga sulla lama.

La quantità rinvenuta e le modalità di conservazione sono state ritenute compatibili con un’attività di spaccio della sostanza stupefacente.

Dopo aver sequestrato la droga e l’altro materiale pertinente al reato, gli operatori hanno denunciato l’uomo a piede libero per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti al fine di farne commercio.

 

Imperia Arrestato pregiudicato per maltrattamenti in famiglia

I Carabinieri della Compagnia di Imperia hanno arrestato in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere Massimo Romeo, cl. 1982, accusato del reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi.

Dalle indagini è emerso come il Romeo avesse improntato la convivenza familiare a criteri di denigrazione, sopruso, vessazione e sopraffazioni, compiendo violenze fisiche e psicologiche nei confronti della compagna. L’uomo aveva anche minacciato i parenti della vittima, tanto da averla costretta ad interrompere ogni rapporto, anche con i genitori, vivendo in uno stato di totale soggezione ed isolamento.

Il Romeo aveva creato un clima di paura ed ansia allo scopo di poter imporre il proprio volere, non esitando a percuotere chiunque mettesse in discussione la sua autorità di “padrone”.

In diverse circostanze la vittima ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari; nonostante le lesioni riportate, ormai rassegnata e per timore di eventuali ritorsioni, ha sempre rinunciato a denunciare il compagno.

La raccolta di questi elementi, esaminati dai Magistrati incaricati della trattazione delle “fasce deboli”, ha indotto il gip ad emettere una misura cautelare di custodia in carcere, eseguita nel pomeriggio di ieri. L’arrestato si trova nella casa circondariale di Imperia.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.