Lerici. Denunciati due truffatori che fregavano negozianti con la truffa “del resto”

Lerici. Denunciati due truffatori che fregavano negozianti con la truffa “del resto”
Spread the love

La “truffa del resto” consiste nel confondere il cassiere che, tratto in inganno, si convince di aver commesso un errore finendo per dare in resto più soldi del dovuto

I carabinieri della stazione di Lerici a conclusione di una complessa indagine con analisi di sistemi di videosorveglianza, hanno deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria di La Spezia due stranieri incensurati, ritenuti responsabili di una truffa con il classico sistema “del resto”.

Le vittime, due titolari di esercizi commerciale di Lerici, si erano rivolte ai carabinieri nel luglio scorso dopo essersi accorte del raggiro.

I due mostravano al negoziante una banconota di grosso taglio, con la quale pagare una consumazione minima, il negoziante iniziava così a esplorare la cassa alla ricerca di monete per fornire il resto al cliente. A questo punto i prevenuti affermavano di poter pagare con un’altra banconota di taglio più piccolo e iniziavano a contare anch’essi le monete, ma i due poi tornavano sui loro passi, dicendo che non riuscivano a pagare se non con la prima banconota mostrata, che assicuravano di aver già consegnato al cassiere quando invece l’avevano immediatamente ritirata, pretendendo il resto dal negoziante. Quest’ultimo, preso alla sprovvista e confuso dall’insistenza dei due, cedeva e consegnava un resto non dovuto.

I due truffatori che a vario titolo hanno partecipato all’azione criminosa intascando illecitamente il resto maggiorato, dovranno rispondere di truffa in concorso all’Autorità Giudiziaria spezzina.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *