Cluster La Spezia. Pusher 22enne multato per normativa anticovid e rimpatriato

Cluster La Spezia. Pusher 22enne multato per normativa anticovid e rimpatriato
Spread the love

Sempre più intensi i controlli nella città del cluster

Proseguono i servizi di controllo del territorio, coordinati dal Dirigente dell’Upgsp che oggi, unitamente ai Poliziotti di Quartiere, ha concentrato l’attività operativa nel capoluogo, al fine di verificare il rispetto dell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Liguria n. 60 del 12 settembre 2020.

Alle 13 circa è stato sorpreso un cittadino straniero che si trovava di fronte ad un market etnico sito in Corso Cavour angolo Via Milano, appoggiato ad un furgone, e conversava con un connazionale tenendo la mascherina abbassata.

Si provvedeva ad ammonire verbalmente i due soggetti sulla necessità di indossare la mascherina e sul divieto di assembramento e sosta in quell’area: mentre il secondo si allontanava immediatamente, il primo dava segni di insofferenza, affermando di non comprendere il motivo per cui non poteva trattenersi lì e sostenendo di essere in attesa di un amico per andare alla stazione; di fronte ad un nuovo fermo invito a lasciare la zona con la mascherina correttamente indossata, lo stesso ottemperava allontanandosi.

Circa un quarto d’ora dopo tuttavia, lo straniero veniva sorpreso nuovamente a pochi metri dal luogo in cui sostava precedentemente, sempre fermo e senza la mascherina indossata.

Lo straniero dichiarava di provenire da Pisa e di non avere al seguito alcun documento, dunque con il supporto di una Volante veniva accompagnato in Questura: sottoposto a fotosegnalamento presso il Gabinetto di Polizia Scientifica, lo stesso risultava essere un cittadino senegalese ventiduenne, domiciliato a Pisa, con precedenti per detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio.

Il giovane veniva dunque denunciato in stato di libertà ai sensi dell’art. 10 bis d. lgs. 286/1998 e sanzionato con apposito verbale per la violazione dell’ordinanza n. 60/2020 del Presidente della Regione Liguria, con 400 euro. La Divisione Anticrimine ha immediatamente avviato la procedura per il rimpatrio nel comune di residenza con foglio di via obbligatorio.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *